Trump attacca Nancy Pelosi: "Sei una politica di serie C"

Secondo alcune indiscrezioni il presidente americano avrebbe avuto un'esplosione di rabbia nel corso di una riunione sulla Siria alla Casa Bianca. Ma la versione del tycoon è diversa

La furia di Donald Trump si è abbattuta su Nancy Pelosi. Il presidente americano ha avuto una vera e propria esplosione di rabbia, un comportamento che ha spinto i leader democratici ad abbandonare una riunione a porte chiuse sulla Siria che in quel momento si stava svolgendo alla Casa Bianca.

Trump ha attaccato Pelosi definendola una “politica di serie C” e riempiendola di altre ingiurie mentre lei rimaneva tranquilla senza rispondere alle provocazioni.

A raccontare la vicenda ai giornalisti è stato il leader dei democratici al Senato, Chuck Schumer: “Continuava a insultare – ha detto riferendosi a Trump – in particolare era infuriato con la Speaker della Camera. Pelosi è rimasta tranquilla ma lui l'ha chiamata politica di serie C. Non era un dialogo, ma una diatriba. Una diatriba incattivita non focalizzata sui fatti”.

La diretta interessata, che è stata costretta a lasciare la riunione insieme agli altri democratici, ha aggiunto che “quello a cui abbiamo assistito è stata un'esplosione di rabbia del presidente”.

Due versioni di una lite furibonda

Secondo quanto riportato dal sito Politico, la riunione si era aperta con un lungo monologo di Trump, che si è vantato della “lettera cattiva” inviata al presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, la stessa che ieri ha fatto credere ai giornalisti che quel foglio fosse uno scherzo.

Il presidente ha poi alzato i toni, arrivando a “suggerire che vi siano comunisti in Siria che piacciono ai democratici”, con un chiaro riferimento ai curdi, e a sostenere che i prigionieri dell'Isis che stanno fuggendo dalle prigioni sarebbero “i meno pericolosi”.

A quel punto Pelosi ha accusato Trump di aver fatto un nuovo favore a Vladimir Putin, dicendo stizzita che “tutte le strade, con te conducono a Putin”.

La lite è quindi andata avanti con Trump che ha prima addossato a Barack Obama la responsabilità del disastro in Siria, e poi ha offeso Pelosi finché il leader della maggioranza dem, Steney Hoyer, ha richiamato i suoi a lasciare la riunione: “Non è utile”. Non è mancata la risposta di Trump: “Arrivederci. Ci vediamo alle elezioni”.

Questa è la versione dei democratici, ma la Casa Bianca e Trump parlano di una riunione in cui il presidente si è dimostrato misurato e deciso di fronte allo sconcertante comportamento di Pelosi.

La leadership dem ha deciso di andarsene e lamentarsi di fronte alle telecamere – ha twittato la portavoce della Casa Bianca, Stephanie Grisham – mentre gli altri sono rimasti a lavorare per il bene del Paese”. Trump ha invece twittato una foto della Pelosi, accusandola di aver avuto “un'esplosione sfrenata”, e postato anche un'immagine della riunione con le sedie vuote lasciate dai democratici.