Mondo

Trump e Putin, niente bilaterale ma una dichiarazione sulla Siria

D'accordo su un punto: dal pantano della Siria si esce con la politica, non con le armi

Trump e Putin, niente bilaterale ma una dichiarazione sulla Siria

Un incontro bilaterale formale non c'è stato, ma in fondo la cosa non ha sorpreso, perché già nella mattina di ieri la Casa Bianca aveva messo in chiaro come sarebbero andate le cose in Vietnam, dove tuttavia i presidenti Donald Trump e Vladimir Putin si sono incontrati e stretti la mano. Ma non solo questo.

Arriva all'indomani dell'incontro a margine del vertice Apec di Dananag la conferma di un qualcosa di più: una dichiarazione congiunta sulla Siria nella quale si promette di continuare gli sforzi per arrivare alla sconfitta definitiva dello Stato islamico, il cui testo è stato pubblicato dal Cremlino, e in cui si conferma anche la volontà di tenere aperti i canali di contatto esistenti per garantire la sicurezza delle operazioni militari di ambo le parti.

Washington e Mosca sono d'accordo su un altro punto: dalla guerra non si esce con una soluzone militare. La via per chiudere una volta per tutte il conflitto non può che essere politica e deve essere realizzata in base alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

Commenti