Tutta la vita diviso 24: l'antico calendario agricolo della Cina

Dalla primavera alla stagione delle piogge, andiamo alla scoperta dei primi sei tra i Termini solari cinesi. Un antico calendario agricolo, diviso in 24 periodi, ognuno con il suo seme di saggezza

Tutta la vita diviso 24: l'antico calendario agricolo della Cina

Chi ricorda ancora la cerimonia di apertura di Giochi Olimpici Invernali di Beijing 2022, nel National Indoor Stadium, sa che ha avuto inizio con un preludio legato ai 24 termini solari cinesi. Fu un conto alla rovescia partito da “Acqua Piovana” e snodatosi fino ad arrivare a “Inizio Primavera”. Ma... che cosa significano i termini solari per i cinesi? Essi rappresentano il ciclo dell’anno e il modo in cui le persone si relazionano alla natura e al mondo. Vengono usati per contare i giorni al contrario ed incarnano un modo peculiare di comprensione del tempo. Per il mondo cinese, infatti, i termini solari sono un sistema di conoscenza e di usanze legate al tempo, sviluppato attraverso l’osservazione del movimento annuale del sole, la conoscenza profonda dei fenomeni celesti, il trascorrere del tempo e delle stagioni, le leggi del cambiamento naturale. I 24 termini solari vengono utilizzati per organizzare le fasi della produzione agricola e della vita, per cercare di prevenire disastri ed epidemie e per mantenere salute e benessere. E’ una filosofia culturale che guida i cinesi affinché possano vivere bene e in armonia con la natura, una tabella temporale basata sul ritmo della natura, con la quale gli antenati organizzavano la produzione e la vita, un vero e proprio sistema integrato di conoscenza di fenomeni celesti, fenologia e stagioni. Ogni termine solare corrisponde ad una variante: “Inizio Primavera”, “Inizio Estate”, “Inizio Autunno” e “Inizio Inverno”, per esempio, annunciano i cambiamenti delle stagioni. “Equinozio di Primavera”, “Equinozio d’Autunno”, “Solstizio d’Estate” e “Solstizio d’Inverno” indicano le variazioni nella durata del giorno e della notte. “Calore Minore”, “Calore Maggiore”, “Freddo Minore” e “Freddo Maggiore” descrivono mutamenti della temperatura. “Acqua Piovana”, “Pioggia per il Grano”, “Piccola Neve” e “Maggior Neve” rappresentano i cambiamenti delle precipitazioni. “Rugiada Bianca”, “Rugiada Fredda” e “Discesa del Gelo” tratteggiano i fenomeni celesti. “Germogli di Grano” e “Grano nell’Orecchio” segnano la conclusione delle attività di produzione agricola. “Risveglio degli Insetti” e “Chiaro e Luminoso” riflettono cambiamenti fenologici. In Cina esiste un proverbio per cui “un buon inizio dell’intero anno parte dalla primavera”. I cinesi considerano infatti “Inizio Primavera” come il punto di partenza dei 24 termini solari cinesi. Vediamo adesso insieme quali sono dunque i comportamenti giusti da tenere durante i primi sei termini solari della primavera.

INIZIO PRIMAVERA

“Inizio Primavera”, in cinese “Lichun”, è il primo dei 24 termini solari del calendario cinese e cade intorno al 4 di febbraio del calendario gregoriano. Quando comincia la primavera, la luce del sole diventa gradualmente più forte e il vento si fa tiepido, si sentono i cinguettii degli uccelli e il profumo dei fiori di primavera, si può notare la crescita di tutte le cose. In primavera si comincia a seminare. Un antico proverbio cinese recita: “Il piano dell’anno intero dev’essere fatto in primavera”; ciò spiega l’importanza che gli antichi attribuivano alla primavera e all’agricoltura, ed esprime anche il desiderio e la preghiera per un raccolto agricolo eccezionale, una vita armoniosa, la prosperità economica, la buona fortuna e la tranquillità.

ACQUA PIOVANA

“Yushui”, letteralmente “Acqua Piovana” è il secondo dei 24 termini solari. Il tempo dell’”Acqua Piovana” è caratterizzato da un aumento delle precipitazioni, l’innalzamento della temperatura e dallo scioglimento del ghiaccio e della neve. Durante questo periodo è necessaria una dieta equilibrata e bisogna mantenere un equilibrio tra proteine, carboidrati, grassi, vitamine, minerali ecc. Con l’arrivo del “Yushui”, il freddo gradualmente scompare e comincia a soffiare la brezza primaverile, mentre il sole si fa più mite e compare la pioggerella.

RISVEGLIO DEGLI INSETTI

Il terzo termine solare del calendario lunare è il “Risveglio degli Insetti”, “Jingzhe”. Da questa data in poi, la temperatura nella maggior parte del territorio cinese sale al di sopra degli zero gradi centigradi, nella Cina meridionale raggiunge i 10-15 gradi, e si entra veramente nel periodo della primavera. Fin dai tempi antichi, “Risveglio degli Insetti” è ritenuto un tempo estremamente importante per gli agricoltori ed è anche considerato come l’inizio del periodo più intenso per i lavori nei campi.

EQUINOZIO DI PRIMAVERA

“Equinozio di Primavera”, “Chunfen”, è il punto medio dei novanta giorni della stagione primaverile. In questo giorno il sole splende direttamente sull’equatore terrestre e le stagioni negli emisferi settentrionale e meridionale sono opposte. Dopo l’equinozio di primavera, il clima in Cina diventa sempre più mite, con piogge e sole abbondanti. In Cina l’equinozio di primavera porta con sé alcune usanze popolari come far volare gli aquiloni, mangiare verdure primaverili e mettere le uova in posizione verticale.

CHIARO E LUMINOSO

“Qingming”, “Chiaro e Luminoso”, è il quinto dei 24 termini solari e cade 108 giorni dopo “Solstizio d’Inverno”. Secondo gli antichi cinesi, la natura torna a rifiorire da quel momento. “Qingming” è stato chiamato così proprio in riferimento al tempo meteorologico chiaro e luminoso. I rami dei peschi si riempiono di fiori, i salici diventano verdi, tutto avviene in un passaggio che si rinnova e “Qingming” è un buon momento per l’aratura primaverile.

PIOGGIA PER IL GRANO

Il Guyu (Pioggia per il grano) è il sesto dei 24 termini solari nel calendario tradizionale cinese, l’ultimo della stagione primaveri-le. In questo periodo, più a sud, gli amenti di salice danzano nel vento, i cuculi cantano di notte, le peonie fioriscono e le ciliegie maturano. L’arrivo di questo periodo segna la fine della stagione primaverile. La pioggia che cade durante il Guyu è generalmente fitta e minuta, favorisce la crescita delle colture, per questo c’è un detto cinese che afferma: “La pioggia di primavera è preziosa quanto l’olio”.

Commenti