Andrea parla dopo la cerimonia per Filippo. Scoppia la bufera

Dopo una messa per la morte del padre Filippo, Andrea di York si è fermato a parlare con i giornalisti, scatenando l'ira di tanti che si chiedono perché il duca rilasci interviste ma non si faccia interrogare dall'Fbi in merito ai legami con Epstein

Andrea parla dopo la cerimonia per Filippo. Scoppia la bufera: "Scappi dall'Fbi"

Il principe Andrea, sparito dietro una cortina di fumo dalle cronache britanniche, è finito di nuovo nel mirino dei social. Il duca, dopo una messa per la scomparsa del principe Filippo, ha rilasciato un’intervista per i media, che lo attendevano fuori dalla cappella a Windsor. Andrea ha raccontato ai giornalisti dell' ”enorme vuoto” che la morte del padre ha lasciato nella royal family, in particolar modo nella regina Elisabetta. Ma l’aria mesta e commossa per la morte di Filippo non ha convinto il pubblico, che lo ha duramente attaccato per aver parlato con i giornalisti e non con l’Fbi, che aspetta una sua chiamata da oltre un anno.

Accusato di aver intrattenuto rapporti intimi con una minorenne, conosciuta tramite il milionario pedofilo Jeffrey Epstein, il duca si è rifiutato di sottoporsi ad un interrogatorio da parte degli inquirenti, in merito ai suoi legami con il magnate americano, trincerandosi dietro un silenzio tombale. “Puoi piangere la morte di tuo padre senza essere intervistato in pubblico”, scrive sardonica una ragazza su Twitter, che prosegue: “Evidentemente puoi anche essere amico di un pedofilo ed essere accusato di stupro senza venire interrogato dal Met, Fbi, o dall’organizzazione che ti fornisce i finanziamenti pubblici. Chi lo sapeva?!”. E non è la sola: un’orda di utenti hanno attaccato “Andy Randy” per l’intervista, considerata fuori luogo e costruita “ad arte” per riabilitare la sua immagine ormai in rovina. “Per me l'unica intervista che dovrebbe rilasciare il principe Andrea è con l’Fbi”, scrive un avvocato, che accusa l’emittente Bbc di essere di parte. “La Bbc news ancora una volta fa crollare la sua popolarità cercando di riabilitare un uomo ricercato per i suoi legami con il suo amico stupratore e trafficante di bambini”, conclude l'uomo caustico, definendo addirittura il principe un "ricercato".

La lista dei detrattori del duca è lunga e risale ai tempi della sua ultima, infelice intervista per la Bbc. A novembre 2019 nel pieno della bufera mediatica dello scandalo Epstein, Andrea pensa di risollevare le sue sorti parlando pubblicamente dei legami con il finanziere, ma finendo con l’apparire poco convincente e privo di empatia nei confronti delle vittime di Epstein. I tentativi di negare di aver conosciuto la sua accusatrice, Virginia Giuffre e di non avere idea del traffico di minorenni in cui era implicato l’amico, danno il colpo di grazia alla sua immagine già annebbiata. Dopo la disastrosa intervista Andrea si ritira dalla vita pubblica e lascia ogni incarico istituzionale all’interno della famiglia reale. Intanto l'Fbi lo cerca, nonostante lui affermi di aver offerto la sua collaborazione e lo spettro di Jeffrey Epstein potrebbe tornare presto a tirargli i piedi. Il processo di Ghislaine Maxwell, complice di Epstein e grande amica del duca, si terrà a luglio e la diabolica dama nera potrebbe fare il suo nome. Per quella data il figlio prediletto di Elisabetta potrebbe tornare a dormire sonni poco tranquilli ed essere costretto a rispondere della sua condotta non proprio "regale".

Commenti