La Ue vuole imporre una carta di identità comune (con la bandiera blu e oro)

La commissione Libertà civili dell'Europarlamento ha approvato le nuove regole per i documenti di identità di tutti i cittadini della Ue

La Ue vuole imporre una carta di identità comune (con la bandiera blu e oro)

La Ue vuole modificare le carte di identità dei cittadini di tutti i Paesi membri e imporre a tutti i medesimi standard di sicurezza. Fra l'altro, gli eurodeputati vogliono che tutti i documenti in futuro siano blu e presentino la bandiera dell'Unione.

La commissione Libertà civili del Parlamento Europeo ha approvato con 32 voti favorevoli, sette contrari e due astenuti le nuove regole per uniformare le 86 diverse versioni delle carte di identità attualmente valide sul territorio della Ue. I nuovi documenti saranno concepiti secondo nuovi standard di sicurezza e uniformità.

Il primo obiettivo è quello di contrastare i furti di identità, anche alla luce di un aumento del numero delle persone fermate con documenti falsi, cresciuto del 13% dal 2013 al 2015. Anche per questo, entro 5 anni si punta ad eliminare completamente le vecchie carte di identità senza chip leggibili dai terminali elettronici.

Non solo: gli eurodeputati hanno pensato anche al lato estetico della vicenda. La Commissione ha stabilito che i nuovi documenti dovranno essere tutti blu e recare tutti la bandiera blu con le dodici stelle in oro. Ora la palla passa alla seduta plenaria del Parlamento. In caso di approvazione, poi, le istituzioni comunitarie avvieranno la discussione con gli Stati membri per studiare le modalità pratiche di applicazione.

Commenti