Usa, muore primo minorenne per il coronavirus

La vittima ha meno di 18 anni. Le autorità: "È un allarme devastante: il virus infetta persone tutte le età"

Negli Stati Uniti, è stata registrata la prima persona minorenne morta per il coronavirus. Non si conosce l'età della giovane vittima, ma le autorità della contea di Los Angeles hanno confermato che aveva meno di 18 anni.

Secondo Barbara Ferrer, direttore della Sanità della contea di Los Angeles, la morte del minorenne, rappresenta "un devastante allarme sul fatto che il Covid-19 infetta persone di tutte le età". E ora, per la prima volta, il nuovo coronavirus ha mostrato la sua pericolosità mortale anche nella fascia di età solitamente meno colpita.

Il Dipartimento di Sanità pubblica ha chiarito, secondo quanto riporta il Los Angeles Times, di essere al lavoro per confermare come il minore aveva contratto il virus e se fosse affetta da altre patologie pregresse. Le autorità stanno inoltre cercando di capire se si tratti della prima morte legata al virus, dato che non sempre le vittime vengono suddivise per età.

Solo oggi, le vittime contagiate dal Sars-CoV-2 sono state 4, compreso il minorenne, portando il bilancio dei morti locali a 11. In California, che dalla scorsa settimana si trova in lockdown, con locali e negozi chiusi, sono stati registrati circa 2.200 contagi. Solo a Los Angeles, i contagi sono saliti a 662: il 42% riguarda persone tra i 18 e i 40 anni, il 39% tra i 41 e i 65, mentre solo il 10% dei casi è rappresentato da minori.

"Ogni perdita che viviamo qui nella contea di Los Angeles è tragica e per questo inviamo le nostre più sentite condoglianze alle famiglie e ai loro cari che hanno dovuto sopportare questa tragedia", ha detto la direttrice del dipartimento di sanità pubblica della contea di Los Angeles, Barbara Ferrer, assicurado che "la sanità pubblica sta facendo tutto il possibile per mitigare l'impatto di questa malattia nella nostra comunità". Infine ha ricordato: "Possiamo appiattire la curva solo se tutti prendono sul serio le distanze sociali e aderiscono a tutti gli ordini di isolamento e quarantena emessi dal nostro responsabile sanitario".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 25/03/2020 - 10:55

Preoccupante questo caso.

Ezeckiel

Mer, 25/03/2020 - 11:40

un brivido alla schiena per tutti