Usa, lo schiaffo a Trump. Corte suprema respinge misura contro i migranti

La Corte suprema Usa contro l'"asylum ban", la misura voluta da Trump per scoraggiare gli ingressi illegali nel Paese

Usa, lo schiaffo a Trump. Corte suprema respinge misura contro i migranti

La Corte suprema americana ha respinto una misura fortemente voluta dal presidente Donald Trump per attuare il cosiddetto "asylum ban", che puntava a rifiutare in modo assolutamente automatico le richieste di asilo dei migranti che erano entrati negli Stati Uniti varcando illegamente il confine con il Messico.

Lo scorso 9 novembre, Trump aveva firmato un simile ordine esecutivo nel tentativo di fermare il flusso di migranti provenienti dai Paesi del Centro America. Era, quello, uno dei mesi più difficile per quanto riguarda l'immigrazione clandestina verso gli Stati Uniti. Migliaia di migranti, proprio sotto le elezioni di midterm, avevano cominciato a marciare verso i confini con gli Usa, tanto che Trump fu costretto a schierare l'esercito. Contro "l'asylum ban" si erano immediatamente schierati i gruppi per i diritti umani che avevano portato la questione di fronte al tribunale di San Francisco che si era pronunciato a loro favore.

Commenti