Usa, le vittime abusi sessuali riceveranno 210 milioni di dollari

Un lungo processo durato anni ha incolpato alcuni sacerdoti della diocesi di Saint Paul e Minneapolis negli Usa per aver abusato sessualmente oltre 450 persone. Il risarcimento record stabilito dal tribunale americano è di 210 milioni di dollari

Usa, le vittime abusi sessuali riceveranno 210 milioni di dollari

Un accordo da 210 milioni di dollari. È questa la somma che l'arcidiocesi di Saint Paul e Minneapolis dovrà pagare per risarcire le oltre 450 vittime di abusi sessuali. Un vero e proprio incubo, consumatosi negli anni all’interno delle mura delle quattro chiese presenti sul territorio, che ha scandalizzato interamente l’opinione pubblica americana e ha scosso le alte cariche elecclesiastiche della Chiesa cattolica romana. L’enorme cifra di risarcimento alle vittime ha portato inevitabilmente al collasso delle finanze dell’arcidiocesi, che ha presentato un’instanza di fallimento nel gennaio del 2015.

“I sopravvissuti agli abusi possono aspettarsi” di ricevere “dei pagamenti non appena il tribunale approverà il piano” concordato, ha dichiarato il neo arcivescovo Bernard Hebda, scelto direttamente papa Francesco per traghettare la diocesi del Minnesota fuori da questa marea di scandali osceni.

Il rimborso ai fedeli abusati arriverà una volta terminata la fase di procedura fallimentare, che consentirà a sua volta la creazione di un fondo finanziario speciale per le oltre 400 persone coinvolte.

“Sono grato per tutti i sopravvissuti che si sono presentati coraggiosamente”, ha aggiunto l’alto prelato in una conferenza stampa. “Ammetto che l'abuso vi ha rubato tanto” e sono pienamente convinto che “la Chiesa vi abbia deluso” e tutto ciò “mi dispiace molto.”

L’annuncio formale dell’accordo con l’arcidiocesi ha fatto tirare un sospero di sollievo a tutte le vittime, ma questo non elimina tuttavia il segno indelebile che si protrarrà negli anni delle loro cicatrici emotive.

“Questo è un grande giorno per noi e per tutti i sopravvissuti", ha dichiarato Jamie Heutmaker, 62enne abusato 49 anni fa da un eccleasistico. “Senza” il supporto ricevuto da “tutti voi, non credo che sarei qui oggi”, ha aggiunto Jamie ringraziando tutte le vittime che hanno avuto il coraggio di parlare e continuare questa battaglia tutti assieme.

L’accordo del rimborso alle vittime di reati sessuali è stato reso possibile grazie a una legge dello stato americano del Minnesota, approvata nel 2013, che consente il perseguimento dei presunti colpevoli nei casi di violenza sessuale.

Questo milionario risarcimento mette fine a uno dei processi più lunghi della storia della Chiesa cattolica negli Stati Uniti e riguardante i reati di abusi su persone.

Un indagine condotta dalla Santa sede nel 2012 ha rilevato che dal 1950 sono stati abusati oltre 100 mila minori da parte di alcune migliaia di sacerdoti negli Usa.

Commenti

Grazie per il tuo commento