"Vacanze in Italia? Troppe incertezze". Arriva lo schiaffo degli Usa

Con l'estate ormai dietro l'angolo, l'Italia deve fare i conti con una poca chiarezza in tema di sicurezza per i viaggiatori, che frenerebbe il turismo d'oltreoceano, dirottandolo su paesi come la Grecia

Lo schiaffo Usa all'Italia: "Troppe incertezze, niente vacanze"

L’estate è alle porte e in tutto il mondo c’è desiderio di vacanze, dopo mesi di confinamento. Ma come si colloca l’Italia, da sempre meta prediletta dei turisti? Il Messaggero ha intervistato Peter Greenberg, famoso giornalista e scrittore di viaggi, per fare il punto della situazione sulle mete estive degli americani per il 2021. Non è un segreto che paesi come la Grecia abbiano fin da ora aperto le porte ai turisti stranieri, per recuperare le gravi perdite subìte nel 2020. Le prenotazioni per l’estate sono salite alle stelle e a quanto pare, le isole greche saranno la destinazione di moltissimi americani.

Cosa che non è accaduta in Italia, che pur rimanendo la meta più ambita dai turisti d’oltreoceano, quest’anno ha visto un “abbandono di massa” e un notevole calo delle prenotazioni per l’estate. “La Grecia ha bruciato tutti”, ha spiegato Greenberg, “ha aperto le frontiere a tutti i vaccinati e sta vincendo, come stanno vincendo la Spagna e l'Islanda, che hanno seguito la stessa strada”. Il problema dell’Italia e di altri paesi europei è la mancanza di chiarezza sulle riaperture, cosa invece su cui la Grecia ha puntato, permettendo ai turisti di avere tutte le informazioni necessarie su date e protocolli da seguire. “I clienti delle aziende sono preoccupati dalla confusione perché le cose cambiano di regione in regione e temono che i loro viaggi rimangano impantanati in regolamenti locali”, ha aggiunto un agente di viaggio in Florida, che prosegue: “i turisti invece hanno paura del covid, vedono che la campagna vaccinale va a rilento e decidono di rimandare all'anno prossimo”. Incertezza e mancanza di trasparenza sarebbero le cause penalizzanti per l’Italia, dunque, che purtroppo per ora sta pagando lo scotto di una campagna vaccinale a rilento e della confusione che regna sovrana nelle nostre regioni. Ma non solo. Poche settimane fa gli Usa hanno inserito l'Italia in una black list di paesi in cui è sconsigliato viaggiare, sia a causa del Covid, sia per pericolo di atti terroristici. Lo strano avviso è stato pubblicato dall'Ufficio di Presidenza Affari Consolari, che ha emesso un'allerta di livello 4 nei confronti del Belpaese, divenuta una nazione in cui è sconsigliato recarsi.

Sempre in tema di sicurezza, Daniela Stephanz Anderson, titolare della Alpine Adventure Agency, specializzata in tour di alto profilo, ha spiegato perché i suoi clienti preferiscono orientarsi su altri paesi, ritenendo l’Italia poco sicura. “I miei sono tutti clienti che hanno già viaggiato molto, e spesso già conoscono l'Italia”, ha dichiarato la Anderson al Messaggero. “Sono benestanti, ma non sono giovani, devono stare molto attenti. Ho fatto un sondaggio presso di loro e ho visto che la stragrande maggioranza teme la mancanza di disciplina che gli italiani hanno manifestato dopo la prima vittoria contro il Covid, e quindi abbiamo deciso insieme di rimandare”. La parola chiave riguardo alle vacanze italiane, sembra essere “rimandare, ma non tutto è perduto. Greenberg ha affermato che la volontà da parte degli americani di trascorrere le vacanze in Italia, resta. Basta che il Belpaese faccia chiarezza riguardo ai protocolli di sicurezza.

Nonostante Alitalia sia già partita con i voli covid tested da Newark, Atlanta e New York, un altro timore che frena gli americani dal venire in Italia sembra essere la paura di ammalarsi di Covid nel nostro paese, e restare bloccati in Italia. La soluzione, secondo Greenberg, sarebbe di seguire l’esempio del Messico, altro paese che sta facendo il pienone di prenotazioni estive. “Traete esempio dal Messico”, Consiglia Greenberg, “Perché tutti i voli sono al completo e gli alberghi sono pieni? Non solo perché ti fanno il test appena arrivi, negli alberghi stessi, ma anche perché se per caso ti ammali di Covid, ti garantiscono la copertura medica e l'assistenza a loro carico”. Sicurezza e chiarezza: queste le due principali questioni che l’Italia deve risolvere per “attirare” i turisti statunitensi, che da sempre hanno scelto le nostre città e le nostre coste come meta delle loro vacanze.

E proprio nelle ultime ore Mario Draghi ha annunciato l'arrivo del "green pass", una carta verde che permetterà ai turisti di spostarsi sul suolo italiano e al turismo di ripartire. "Il mondo vuole viaggiare in Italia", ha affermato il premier Draghi al G20, "L'Italia è pronta a dare il benvenuto al mondo." Il green pass nazionale arriverà verso la metà di maggio e prevede che chi arriva in Italia dall'estero presenti un test Covid negativo effettuato entro le 48 ore precedenti, oppure provi di essere guarito dal Covid o di aver effettuato il vaccino. Sarà questa la chiave per riaccendere l'interesse dei turisti americani nei confronti del Belpaese? Secondo Draghi si, e come ha affermato durante una conferenza stampa al G20: "E' arrivato il momento di prenotare le vostre vacanze in Italia, non vediamo l'ora di accogliervi di nuovo".

Commenti

Grazie per il tuo commento