Virginia Giuffre choc: "Epstein ci costringeva a stare a dieta per sembrare più giovani"

Raccapriccianti particolari sono stati raccontati durante il nuovo podcast su Jeffrey Epstein, "Broken: Seeking Justice". Virginia Giuffre ha rivelato che il pedofilo e la sua complice obbligavano le ragazze a seguire una dieta rigida per sembrare magre come "ragazzine in età pre adolescenziale"

Continuano a spuntare nuovi, inquietanti particolari, riguardo al giro di prostituzione minorile portato avanti dal milionario pedofilo, Jeffrey Epstein. Nel nuovo podcast “Broken: Seeking Justice”, una delle vittime del magnate, Virginia Giuffre, ha rivelato che l’uomo esigeva che le ragazzine seguissero una dieta "rigida”, per essere sempre magre. Ma non è tutto. L’obiettivo del pedofilo era ancora più spaventoso: le ragazze dovevano seguire un regime alimentare che le facesse apparire così giovani, da sembrare “in età pre adolescenziale.

Mangiavamo solo salmone scondito su un letto di riso pilaf, cous cous e verdure”, ha raccontato la Giuffre. “Non ci era permesso di mangiare mai carboidrati. Non potevamo saziarci, volevano che apparissimo in un certo modo”, prosegue la 36enne, che nel podcast accusa Ghislaine Maxwell di essere colei che “monitorava” che le giovani seguissero la dieta loro imposta. La Crudelia De Mon dei salotti dell’alta società è stata arrestata a luglio 2020, con l’accusa di cospirazione nel traffico di minorenni e abuso di minori, e di essere la complice numero uno del perverso milionario. Secondo quanto affermato nel podcast da Virginia Giuffre, la Maxwell puniva le ragazze che trasgredivano le regole e venivano “pizzicate” a fare uno spuntino.

Il famoso chef Adam Perry Lang, probabilmente sbalordito dalla dieta rigida che Virginia era costretta a seguire, le preparava di nascosto delle pizze di notte, ma Ghislaine li scoprì. “Ghislaine ci scoprì e fummo entrambi rimproverati”, racconta la donna, che aggiunge: “Ghislaine, essendo una maniaca del controllo, ci teneva d’occhio e ci impediva di parlare l’uno con l’altra”. Ma la dieta era solo uno delle perversioni di Jeffrey Epstein. “Voleva che non avessimo peli pubici”, prosegue a rivelare la Giuffre. “Desiderava corpi abbronzati, piccoli, voleva fisici pre adolescenziali”. A confermare l’ossessione malata del magnate per le giovanissime, è anche la giornalista investigativa e produttrice del podcast, Julie K. Brown. “Anche se avevano 18 anni, lui voleva che sembrassero delle quattordicenni. Questo era chiaro a tutti quelli che facevano da reclutatori per conto suo”.

Jeffrey Epstein, che per anni ha adescato e abusato di ragazzine minorenni, ha agito indisturbato, mostrandosi al mondo come un ricco filantropo. A luglio 2019 viene finalmente arrestato con la gravissima accusa di traffico della prostituzione minorile, facendo tremare di paura molto nomi importanti a lui collegati. Ma il 10 agosto dello stesso anno viene trovato impiccato in circostanze non del tutto chiare nella sua cella, riuscendo a sfuggire un'ultima volta alla giustizia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Lun, 28/09/2020 - 15:43

Vorrei sapere chi è il più pazzo fra questi personaggi.

Calmapiatta

Lun, 28/09/2020 - 15:54

Tanto epstein è morto e non c'è il contraddittorio.... Però tanti soldi per le interviste in esclusiva.....

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Lun, 28/09/2020 - 16:13

Calmapiatta Tranquiillo , c'e' la Ghislaine , che per avere un qualche sconto di pena dei secoli di galera che l'aspettano , ne avra' di tonnellate di cosucce da spifferare.