Moody's declassa Atene, la Grecia furiosa

Moody's taglia di tre gradini il rating dei conti ellenici, mettendoli allo stesso piano di Bielorussia e Bolivia: "C'è il rischio default". Replica seccata del governo: "Declassamento totalmente ingiustificato"

Atene - Moody's mette la Grecia sullo stesso piano di Bielorussia e Bolivia e il governo ellenico si infuria. Nuovo e pesante declassamento di rating da parte di Moody’s sulla Grecia, tre gradini in meno sul voto ai titoli di Stato ellenici, ora a B1 dal precedente Ba1, e su cui potrebbero seguire ulteriori ribassi visto che l’agenzia ha mantenuto le prospettive di rating negative sul paese. Mosse che con un comunicato Moody’s giustifica con le persistenti difficoltà che gravano sull’economia, e con i rischi di una insolvenza sui pagamenti dopo il 2013.

Le valutazioni L’agenzia riconosce che la Grecia ha compiuto dei progressi nel suo piano di risanamento dei conti e nelle riforme strutturali sull’economia, ma quello che resta da operare è ancora "molto ambizioso" mentre il quadro generale denota ancora "considerevoli difficoltà" della sua economia.

La risposta di Atene La dura reazione del governo non si è fatta attendere. Il declassamento operato da Moody’s è "totalmente ingiustificato", ha affermato il ministero delle finanze greco, puntando il dito contro "la mancanza di senso di responsabilità" delle agenzia di rating sulla reale situazione dell’economia ellenica.