È Morelli in pole per diventare assessore al posto di Orsatti

Un’accelerata al cambio della guardia in giunta. L’unico assessore leghista del Comune Massimiliano Orsatti, eletto consigliere in Regione, dovrebbe rinunciare al viaggio istituzionale del Comune in programma a Shanghai tra due settimane e passare già nell’arco di una decina di giorni il testimone al suo successore. Quella di venerdì prossimo (salvo sorprese dell’ultimo minuto) sarà l’ultima giunta a cui Orsatti parteciperà con il sindaco Letizia Moratti e i colleghi assessori. E al ballottaggio per le deleghe al Marketing territoriale sono rimasti in due, ironia della sorte entrambi interisti: Alessandro Morelli e Paolo Bassi, anche se sembra che dopo la vittoria per lo scudetto e la Champions League, in pole per festeggiare anche la promozione dal consiglio di zona alla giunta di Palazzo Marino sia proprio Morelli. Che nei giorni scorsi avrebbe già ricevuto la «benedizione» del sindaco, dopo un incontro a Palazzo Marino. Non era il primo, visto che come capogruppo della Lega al consiglio di zona 5 ha portato in diverse occasioni a Palazzo Marino il punto di vista del quartiere sull’ipotesi dell’inceneritore al parco sud. Bassi è invece dal 2006 il vicepresidente della zona 4.
Con l’elezione di Orsatti al Pirellone, tra i primi nomi del toto-rimpasto si era fatto anche quello del capogruppo milanese Matteo Salvini, che subito però aveva fatto un passo indietro puntando sulla promozione di un consigliere di zona (si era fatto il nome anche di Luca Lepore o Leo Siegel). No del Carroccio invece alla richiesta del sindaco di una rosa di candidati tra cui poter scegliere.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti