«Moretti, di che rappresaglia parli?»

Letta (Medusa): «Il Caimano che ha disertato le nostre sale non c’entra. Daremo i nostri film al suo festival»

da Milano

«Siamo spiaciuti, ma non sorpresi, per la speculazione di Nanni Moretti. I film della Medusa sono a disposizione, se vorrà chiederli, per la sua rassegna “Bimbi Belli” come sempre negli anni passati». Risponde così Giampaolo Letta, amministratore delegato della società cinematografica, alle polemiche nate perché il regista di Ecce Bombo ha parlato di «rappresaglia».
Moretti ha sostenuto di non aver ottenuto da Medusa Film le pellicole dopo aver scelto di non dare in programmazione nelle sale della società Il Caimano.
«Non siamo meravigliati della strumentalizzazione politica fatta da Moretti per questo episodio - ha sottolineato il manager, a margine della presentazione della trasposizione cinematografica dell’ultimo lavoro teatrale di Aldo, Giovanni e Giacomo -. Siamo però dispiaciuti che il cinema venga utilizzato per fini politici. Non siamo sorpresi perché il regista ci ha abituati».
«Nello specifico - ha proseguito Letta - abbiamo sempre dato i nostri film alla sua rassegna perché abbiamo sempre dato spazio alla qualità e alla ricerca su nuovi attori e registi. Generalmente la regola è che per le rassegne estive non concediamo i film usciti nella stagione e alla richiesta dell’entourage di Moretti è stata data una risposta standard. È stato cioè un disguido, perché la sua è una rassegna con dibattiti, incontro con autori e attori e cineforum per cui facciamo sempre eccezione in questi casi e anche per “Bimbi belli”».
«Abbiamo sempre lasciato la politica fuori dalla porta - ha concluso l’amministratore delegato -. Purtroppo Moretti è abbastanza aduso a questo tipo di strumentalizzazioni. Comunque dico ancora una volta che i film richiesti sono a sua disposizione».

Commenti