Morfina ai malati: direttore trattato da spacciatore

Ora è ufficiale anche l’iscrizione sul registro degli indagati di Franco Henriquet, direttore dell’associazione «Gigi Ghirotti» che si occupa dell’assistenza ai malati terminali. Il pubblico ministero Francesco Pinto ha inserito il suo nome sotto l’ipotesi di reato di «detenzione di sostanze stupefacenti». Tutto perché nel corso di una perquisizione eseguita dai carabinieri del Nas presso la sede dell’associazione erano state trovate e sequestrate sostenze quali la morfina e il Gardenal abitualmente utilizzate nell’assistenza ai pazienti per lenire lo straziante dolore nella fase terminale della malattia.
Il direttore dell’associazione verrà interrogato questo pomeriggio dal sostituto procuratore al quale chiarirà i motivi clinici per i quali le sostanze (altrimenti proibite) si trovavano nell’armadio nella sede della Gigi Ghirotti.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.