Le mostre del week end: dai due imperi ai caravaggeschi

L'impero romano e quello cinese a Milano, a Roma i colori del buio dei Caravaggeschi e gli scatti di William Klein sono le mostre di maggiore richiamo di questo week end, che vede anche l'apertura a Cagliari di una rassegna sui bronzetti nuragici.

L'impero romano e quello cinese a Milano, a Roma i colori del buio dei Caravaggeschi e gli scatti di William Klein sono le mostre di maggiore richiamo di questo week end, che vede anche l'apertura a Cagliari di una rassegna sui bronzetti nuragici. Nonchè l'avvio in tutta Italia della XII Settimana della Cultura, che si concluderà il 25 aprile. MILANO - Dal domani Palazzo Reale ospita la grande mostra mostra intitolata I due imperi, e che racconta gli splendori di quello romano e quindi cinese delle dinastie Qin e Han, nel periodo che va dal II secolo a.C. al IV secolo d.C. Esposti oltre 450 capolavori italiani e cinesi, nel tentativo di ricostruire i momenti salienti dei due imperi mettendone in luce aspetti della vita quotidiana, della società e della comunicazione sociale, del culto e dell'economia. Oltre agli ormai famosi guerrieri di terracotta, si possono ammirare statuette di ceramica che raccontano i costumi, la moda, le arti cavalleresche e militari della cultura cinese, affiancati a maestosi gruppi statuari in marmo, affreschi, mosaici, utensili in argento, altari funebri appartenenti alla tradizione artistica dell'impero romano. ROMA - Oscurati per secoli dal genio di Michelangelo Merisi, i capolavori dei Caravaggeschi sono al centro di una grande mostra allestita da oggi a Palazzo Ruspoli. Esposte pale monumentali di Caracciolo, Gherardo delle Notti, Spadarino, perfino un Guido Reni (al momento solo attribuito), provenienti dallo straordinario patrimonio del Fec (Fondo Edifici di Culto), che per questa rassegna ha selezionato 39 opere, tra le più rappresentative, molte delle quali restaurate per l'occasione. L'importante esposizione che si intitola 'I Colori del Buio. I Caravaggeschi nel Patrimonio del Fondo Edifici di Cultò, si ricollega idealmente, a completarla, alla mostra delle Scuderie del Quirinale e presenta vere e proprie scoperte tra la ricca produzione dei pittori che, nella prima metà del '600, si appropriarono (ognuno con la propria cifra) del linguaggio della luce ideato da Caravaggio. ROMA - Manifestazioni di piazza, passeggiate per i Fori, domeniche a Ostia, momenti di vita quotidiana, set di moda, attori, registi e personaggi: ai Mercati Traianei sono in mostra gli scatti di William Klein che raccontano la Roma degli anni '50. In tutto 60 immagini straordinarie, realizzate nel periodo tra il 1956 e il 1960 a Roma, nate dall'occhio curioso di Klein, che in quel periodo era nella capitale dopo essere stato invitato da Fellini come aiuto regista per il film Le notti di Cabiria. «In quegli anni Roma - ha detto l'artista - era molto di più della swinging London. A New York sapevo quello che fotografavo, ma Roma per me è stata invece una sfida». CAGLIARI - Ricostruzioni in dimensioni reali di armi, abiti e utensili dei bronzetti nuragici, sono in mostra da oggi al Museo Archeologico per la grande rassegna dal titolo Il Popolo di bronzo. Si tratta di oggetti a lungo studiati e realizzati con materiali e tecniche di lavorazioni antichissime, recuperate risalendo a fonti documentarie che ne testimoniano l'impiego. In particolare, sulla rigorosa osservazione dei bronzetti, si è arrivato a capire come si vestivano le persone in epoca nuragica.

Commenti