Muore a 30 anni dopo la liposuzione

Una liposuzione fatale. Una donna di 30 anni, R.C., di Realmonte, è morta la notte scorsa all’ospedale «San Giovanni di Dio» di Agrigento, dopo essersi sottoposta a un intervento per dimagrire.
La donna era stata operata in una struttura sanitaria privata di Palermo venti giorni fa. Sembrava che tutto fosse andato bene. Ma l’ottimismo è svanito nel giro di una settimana. Infatti, secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, alcuni giorni dopo l’intervento la trentenne ha cominciato ad accusare un senso di stanchezza e a sentirsi male, con diarrea, vomito e febbre alta. La donna è stata accompagnata da un familiare in ospedale. È stata ricoverata, ma le sue condizioni fisiche però sono andate progressivamente aggravandosi fino alla crisi respiratoria di ieri notte che avrebbe causato un arresto cardiaco.
I familiari della donna hanno sporto denuncia e la Procura della Repubblica di Agrigento ha già aperto un’inchiesta. Di sicuro il magistrato potrà avere una prima serie di risposte dai risultati dell’autopsia che è già stata disposta. L’esito dell’esame costituirà l’architrave delle indagini che dovranno stabilire le cause del decesso e accertare se ci sono eventuali responsabilità per la morte della trentenne.
Intanto i familiari agli inquirenti hanno raccontato che la donna godeva di buona salute, ma che da tempo voleva sottoporsi a un intervento chirurgico per eliminare il grasso in eccesso.

Commenti