Napoli, agguato in centro ucciso un uomo, ferita la moglie

Vincenzo Cerbone, 27enne, pregiudicato, legato a Salvatore Torino, capoclan del rione Sanità, in guerra da anni con la cosca di Giuseppe Misso. L'uomo era in motorino con la moglie, rimasta lievemente ferita 

Napoli, agguato in centro 
ucciso un uomo, ferita la moglie

Napoli - Un uomo è stato ucciso e una donna è rimasta ferita alla mano, a Napoli, da colpi di arma da fuoco. Il fatto, secondo una prima ricostruzione della polizia, è avvenuto in via Fonseca, angolo vico Neve, nel centro storico della città. I due sono stati portati al vicino ospedale San Gennaro. È Vincenzo Cerbone, di 27 anni, pregiudicato, la persone uccisa in via Fonseca a Napoli, mentre ad essere rimasta ferita è sua moglie, Antonella Vitiello, anche lei 27enne. La polizia sta cercando di ricostruire l'accaduto, ma le indagini sarebbero rese complicate dalla difficoltà a individuare testimoni. Secondo quanto si è appreso successivamente da fonti investigative, Vincenzo Cerbone era un rapinatore di professione. È trapelato che l'uomo ucciso oggi pomeriggio era il cognato di Fausto Valcarenghi uno dei 172 arrestati del blitz di tre giorni fa contro i clan Giuliano e Mazzarella. Cerbone, secondo quanto riferiscono fonti investigative, era legato a Salvatore Torino, capoclan del rione Sanità. Torino, da anni è in guerra con la cosca di Giuseppe Misso, dal quale si è staccato negli anni scorsi. Tra Misso e Torino è in atto una sanguinosa faida. Cerbone, quando è stato assalito dai sicari, si trovava in motorino con la moglie, rimasta lievemente ferita nell'agguato. Con l'omicidio di Vincenzo Cerbone, 27 anni, ucciso intorno alle 15;30 a Napoli, sale a 28 il numero delle persone uccise dall'inizio dell'anno. Sono nove gli omicidi avvenuti negli ultimi dieci giorni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti