Napoli, chiusa la strada per la festa della moglie ​di un boss della camorra

Gli organizzatori hanno bloccato l’accesso alle autovetture per preparare banchetti ed esplodere i consueti fuochi d’artificio, che hanno costretto i residenti a barricarsi in casa

Napoli, chiusa la strada per la festa della moglie ​di un boss della camorra

I festeggiamenti sono stati organizzati in onore della moglie di un boss del quartiere napoletano di Bagnoli, individuata dalla Dda come punto di riferimento del clan di camorra egemone sul territorio, mentre il marito era in carcere. Strada chiuse e schiamazzi fino a notte fonda, senza che Comune e Questura ne sapessero nulla.

Gli organizzatori della festa “clandestina” hanno bloccato l’accesso alle autovetture per preparare banchetti ed esplodere i consueti fuochi d’artificio, che hanno costretto i residenti a barricarsi in casa. Non è la prima volta che a Bagnoli si organizzano festeggiamenti in barba a tutte le norme vigenti.

Tempo fa era stata chiusa arbitrariamente un’altra strada, per la comunione di una bambina con la presenza di cantanti neomelodici che hanno disturbato la quiete pubblica fino a tarda notte. Sempre nello stesso quartiere si è svolto recentemente un matrimonio con tanto di carrozza principesca trainata dai cavalli. Tutti episodi che riguardano persone coinvolte nel giro della malavita.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti