Droga e scooter rubati, scattano denunce e sequestri

Il bilancio dei controlli della polizia nella zona ospedaliera di Napoli: nei guai un 47enne per aver pestato una persona

Droga e scooter rubati, scattano denunce e sequestri

Risse, droga e motorini rubati e smontati: la polizia in azione nell’area della zona ospedaliera di Napoli, scattano denunce e sequestri. Il bilancio dei controlli degli agenti in servizio presso il commissariato della polizia di Stato di Arenella che, nelle scorse ore, hanno compiuto operazioni di monitoraggio e controllo sul territorio del capoluogo napoletano quotidianamente frequentato da centinaia di pazienti e dalle loro famiglie.

Nell’area della piazzetta San Gennaro a Materdei, i poliziotti hanno scoperto un 24enne residente a Napoli che aveva con sé circa dodici stecche di hashish, per un peso complessivo stimato dagli inquirenti in circa ventisei grammi di droga. Per lui, già noto alle forze dell’ordine, è scattata la denuncia: risponderà dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella stessa zona, poi, gli agenti hanno sorpreso un 42enne che, in tasca, aveva una dose di cocaina. La quantità di stupefacente scoperta era modica e contenuta, e gli agenti hanno deciso di comminargli una sanzione amministrativa.

Ma non è tutto. Perché gli agenti, nella zona di via Domenico Fontana, sono intervenuti per bloccare un uomo che stava aggredendo un’altra persona. Lo stava colpendo con violenza alla testa e al volto. L’intervento dei poliziotti è stato provvidenziale per ristabilire la calma e separare l’uomo dalla vittima. Dai controlli degli agenti, poi, è emerso che l’aggressore era un 47enne del posto, già noto alle forze dell’ordine. Anche per lui è scattata la denuncia: risponderà delle ipotesi di reato di lesioni personali nonché delle accuse inerenti la presunta violazione del regime di sorveglianza speciale a cui risultava essere stato sottoposto.

Infine, i poliziotti hanno scoperto un piccolo deposito – nell’area di vico Lungo San Raffaele – in cui hanno rinvenuto due scooter che, dai database delle forze dell’ordine, sarebbero stati rubati. Uno dei due motocicli, ai controlli degli agenti della polizia di Stato, sarebbe risultato completamente smontato. Sono stati inoltre rinvenuti alcuni attrezzi ritenuti utili proprio per lo smontaggio dei ciclomotori. Adesso le indagini sono finalizzate a dare un volto ai responsabili di quella che è apparsa, agli occhi degli investigatori, come una piccola officina della ricettazione e comprendere cosa accadesse là dentro. Il locale che è stato interessato dalla “visita” delle forze dell’ordine è stato sottoposto a sequestro.

Proseguono, dunque, senza sosta i controlli nei quartieri del capoluogo campano da parte delle forze dell’ordine.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?