Pochi posti letto e dottori: cosi crolla l'ospedale di De Luca

Auto e ambulanze in coda per ore per accedere al pronto soccorso dell'ospedale Cotugno di Napoli. Il primario del pronto soccorso ci spiega le file degli ultimi giorni

Ambulanze e auto in coda davanti al pronto soccorso e, nelle lunghe attese, i malati assistiti nelle proprie macchine. Con l’avanzare del contagio da Covid sono queste le scene che si sono presentate all’esterno del Cotugno di Napoli, ospedale di riferimento per le malattie infettive in una delle regioni più colpite dal Covid-19 nella seconda ondata di coronavirus. Una situazione drammatica, quella della città partenopea, testimoniata anche dalla morte di un paziente al Cardarelli.

"C'è stato un sovraffollamento, una sopra-richiesta di posti letto, che abbiamo potuto soddisfare fino a un certo punto. Per cui la gente ha aspettato. C'è gente che ha aspettato un'intera notte". Così Nicola Maturo, responsabile del pronto soccorso dell'ospedale Cotugno, ha spiegato le file che negli ultimi giorni si sono formate davanti al nosocomio dell'azienda dei Colli. Mentre parla, all’indomani dell’ultimo giorno scandito dalle file di auto e ambulanze, la situazione che si presenta alle sue spalle sembra molto più tranquilla di quella a cui si è assistito negli ultimi giorni. "È a momenti – dice - Stamattina (ieri, ndr), per esempio, non c'era assolutamente nessuno e adesso nel giro di mezzora abbiamo un'ambulanza e un paio di vetture dentro".

La coda e le attese

Le immagini dei pazienti in auto attaccati alle bombole di ossigeno in attesa di entrare al pronto soccorso hanno fatto il giro del mondo. In coda c'erano ambulanze e auto private. Almeno 10-12 i veicoli incolonnati per ore lunedì scorso. Ma c’erano anche persone arrivate a piedi. "Il 118 - rivela Maturo - sa perfettamente, perché ogni tanto telefona per avere la situazione dei posti dell'ospedale, per cui il 118, a parte un codice rosso, trova destinazione altrove, quindi non fa fila da noi. Sono le ambulanze private, i privati cittadini che vengono con le proprie auto, in taxi, che fanno la fila, perché loro non lo sanno, ma vogliono venire al Cotugno, quindi se non c'è posto devono aspettare". Maturo, poi, racconta di un’ulteriore attesa che i malati devono fare all’interno per ottenere una collocazione in reparto: “Quando entrano nel pronto soccorso, in Obi, aspettano per trovare un posto letto ordinario".

Chi negli ultimi giorni è rimasto a lungo in coda è stato comunque assistito. "Una volta entrati nel pronto soccorso - poi chiarisce -, li abbiamo triagiati e, anche se sono rimasti in pronto soccorso per qualche ora, alla fine poi un posto letto nei reparti lo hanno trovato". "Chiaramente i casi critici hanno la priorità", specifica Maturo. E spiega: "Un infermiere fa il giro lungo la fila, prende i dati, misura la temperatura, controlla se desaturano. Se hanno bisogno di ossigeno diamo l'ossigeno in auto, per cui una forma di assistenza la diamo".

Mancano i posti letto

A rallentare l'accesso al pronto soccorso è la mancanza di posti letto. "Una volta assorbiti tutti i posti, sia di triage, che di Obi, che i posti letto di degenza ordinaria dell'ospedale, chiaramente se non c'è più recettività si crea la fila, in attesa che avvenga qualche dimissione o qualche spostamento. È il sistema: più di tanto non possiamo incamerare". C’è un problema con i posti letto. Lo conferma il responsabile del pronto soccorso del Cotugno: “Il problema sono i posti letto. Una volta che abbiamo esaurito i posti letto e l'ospedale è pieno non possiamo fare niente altro". "Forse sarà un problema organizzativo, ma noi - dichiara Maturo - quando facciamo una richiesta di posto letto alla centrale operativa regionale, ci dicono sempre che non c'è posto da nessuna parte, quindi evidentemente questi posti letto vengono riempiti in maniera molto rapida".

E la carenza non riguarda solo la degenza. Quella dei posti letto negli ospedali della Camapania è una questione su cui si dibatte da qualche giorno. I dati regionali sembrano cozzare con la realtà. Secondo quanto svelato da personale sanitario, ci sono difficoltà a trasferire pazienti positivi al Sars-Cov2 nelle terapie intensive Covid. Le informazioni che trapelano dall’interno ci forniscono un quadro della realtà ben differente da quello che rappresentano i dati ogni giorno riportati dal bollettino dell’Unità di crisi regionale, per il quale, almeno fino all’ultimo aggiornamento di ieri, i posti disponibili in terapia intensiva sono 590. E sono 590 da tre giorni. Lo erano anche mentre un paziente positivo attendeva in un ospedale campano il trasferimento in una terapia intensiva Covid. L’attesa è terminata dopo 4 giorni, solo perché è deceduto. A rivelarcelo è un medico. Per proteggerlo non ne sveliamo l’identità. Oltre ai codici disciplinari e di condotta, c'è il veto della Regione di parlare con i giornalisti. "Anche oggi - è l'ultimo aggiornamento - un positivo intubato da trasferire e zero posti liberi".

Personale sanitario insufficiente

Al Cotugno è stata allestita una tensostruttura da cui si potranno ricavare tra i 10 e 12 posti letto di degenza ordinaria. Una manciata di posti. E se si considera anche l'insufficienza di personale, non sembra una soluzione che risolverà i problemi se i contagi continueranno a diffondersi ai livelli odierni. "Secondo lei chi ci andrà a lavorare in quella tenda? - osserva Maturo - Il nostro personale". Personale già scarso e in sofferenza per i turni massacranti di lavoro che sta sostenendo da un paio di mesi.

"Il personale è carente, sia medico che infermieristico. Oramai - racconta il responsabile del pronto soccorso - sono un paio di mesi che stiamo facendo turni che non saranno sostenibili ancora per molto tempo. Noi nella prima ondata il grosso lo abbiamo avuto e smaltito nel giro di 45-50 giorni. Oramai sono due mesi, quindi abbiamo abbondantemente superato quei 50 giorni, e la cosa non finirà a breve, per cui c'è qualcuno che forse comincia a essere stanco, altri che si sono ammalati e non sono momentaneamente in servizio. C'è carenza".

Per Maturo questa seconda ondata non finirà a breve, e il suo tono è critico rispetto alla scelta di inserire la regione Campania in fascia gialla (a rischio moderato di contagio): "Avevo chiesto già a suo tempo una chiusura totale, ma una chiusura breve. Io avevo calcolato un 3 settimane, più che altro per spezzare la catena dei contagi al rialzo, quindi per fermare in qualche modo il contagio esponenziale che c'è stato in quest'ultimo periodo, questo avrebbe permesso a noi degli ospedali di respirare un poco, alla gente di contagiarsi meno e ci avrebbe permesso di fare un Natale forse un pochettino più sereno. Adesso siamo addirittura in zona gialla, per cui bisogna vedere come andrà a finire ancora". Poi, parlando delle immagini della folla che nell'ultimo weekend ha affollato lungomare e centri cittadini, conclude: "Non dipende da noi, dipende dalle persone, dalle intenzioni che hanno".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ItaliaSvegliati

Gio, 12/11/2020 - 10:05

Che strano 4000 casi covid al giorno e zona gialla....anche il sceriffo vuole la zona rossa ma il governo da buon premia la regione komunista....

cgf

Gio, 12/11/2020 - 10:06

Dopo il caso di ieri, del paziente trovato morto al Cardarelli, spuntano altre quattro persone morte di Covid nel pronto soccorso dell'ospedale napoletano. Lo riporta il Mattino. La Campania non deve rimanere gialla, viste le carenze è da passare subito a Rossa, non è quello che ha dichiarato anche il Governatore? che faccia retromarcia e che ci metta la faccia a dire che no.

Ritratto di .pecoroniDiTaGlia.

.pecoroniDiTaGlia.

Gio, 12/11/2020 - 10:13

storie di vita (e di morte) ordinaria, in africa del nord,

Enne58

Gio, 12/11/2020 - 10:15

Stranamente le reti Rai e giornaletti schierati parlano solo dell'emergenza di Lombardia, Liguria, Piemonte, sottacendo volutamente i problemi delle regioni rosse che sembrano ben più gravi. Tentativo incoerente e farlocco per screditare. Intanto però pazienti di dette regioni abbondano negli ospedali lombardi

Happy1937

Gio, 12/11/2020 - 10:20

Quando un guitto come Grillo smette di far ridere, salta subito fuori a sostituirlo qualcuno che pretende anche di gestire una Regione.

BEPPONE50

Gio, 12/11/2020 - 10:20

Paeliamo anche di altri ospedali Varese MOnza Genova to rino il San mauriziano che hanno portato pazienti anche nel mio ospedale piccolo

Ritratto di Lupry

Lupry

Gio, 12/11/2020 - 10:22

Sarà ovviamente colpa della Lombardia...di Fontana...Papeete...mojito...49 milioni.....

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 12/11/2020 - 10:22

cosa vi aspettavate da Napoli? i loro ospedali sono in emergenza in condizioni normali, quindi ... mettetevi al collo un bel cornetto, forse funzionerà meglio dei vostri ospedali ... ... ... e poi i disfattisti rossi criticavano l'Ospedale Fiera Milano !!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 12/11/2020 - 10:25

Poi si lamentano se vengono presi in giro. Tutti questi guai e neppure zona rossa?? Ma che strano questi nostri governanti. Certo bisogna sparlare della Lombardia, perchè governata dalla Lega, salvando magari la bergamasca del compagno Gori, dopo che ne ha fatti fuori a bizzeffe. D'altra parte la conferma di De Luca la dice lunga sulla psiche dei campani.

PassatorCorteseFVG

Gio, 12/11/2020 - 10:32

FORSE manca al popolo campano un ospedale tipo ( bertolaso) ?coraggio sceriffo, metti da parte il tuo orgoglio , la tua supponenza ed il tuo lanciafiamme, chiama chi è piu capace di te e credo ti aiuterà , anche se la cosa darà fastidio a di maio,il quale in quanto a incapacità ti supera di gran lunga. ciao a tutti.

DRAGONI

Gio, 12/11/2020 - 10:33

ECCO IL RISULTATO DEI VOTI CON CUI POI SI GOVERNA LA CAMPANIA!!

zena40

Gio, 12/11/2020 - 10:34

Sappiamo tutti che l'unico modo per ridurre la pandemia è evitare gli affollamenti. Visto che il governo non riesce a risolvere il problema dei trasporti ci si mettono i singoli a fare ammucchiamenti per movida, prendere il sole e altro. A questo punto mi viene da dire: te la vuoi proprio cercare ... e allora pigliatela... Poco importa il colore, quello che salva è la volontà dei singoli. In quanto al governo che pretendiamo da incompetenti???????? UNO VALE UNO ma di che?

honhil

Gio, 12/11/2020 - 10:36

La cruda, vera realtà è che la sanità dello Stivale è morta. E non di Coronavirus. Ma di spreco. La barzelletta vincente sul tema, tuttavia, spetta al ministro degli Esteri in carica. Al quale va ricordato che, come membro del governo in carica, è uno dei pochissimi che non può dire: «Lo Stato agisca».

moichiodi

Gio, 12/11/2020 - 10:37

Due piccioni con una fava. De Luca e Governo. Nel caso della Lombardia solo un piccione:Conte.

Ritratto di romoloromaniko

romoloromaniko

Gio, 12/11/2020 - 10:38

mi par di capire che la regione dell'onorevole bibitaro del san paolo e dello sceriffo col lanciafiamme rimane zona gialla perchè i dati 'raccolti' dal governicchio non giustificherebbero il cambio di colore. Ergo, si dimostra come le altre regioni molto più serie, sono state 'fesse' a fornire i propri dati in tempi rapidi. Certo è che tutte le asl campane forniscono i loro dati alla regione con molta calma, ma sì, quando mai il napoletano si è ammazzato di lavoro? Un encomio a quella asl del caso juve napoli, è stata di una velocità impressionante, il vostro Mattarella dovrebbe fregiarla con una medaglia d'oro!

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 12/11/2020 - 10:39

adesso, come è tipico dei campani, aspetteranno che lo stato (noi), risolva i loro problemi!

Ritratto di Don Sergio Simonetti

Don Sergio Simonetti

Gio, 12/11/2020 - 10:41

"E sono 590 da tre giorni"! Ma la magistratura cosa fa? Si indaga a Genova e a Milano e non a Napoli!? Senza parole.

belli_capelli

Gio, 12/11/2020 - 10:44

Francamente è quello che temevo. E' da quando sono ragazzino (e ne è passata di acqua sotto i ponti) che sento parlare dei problemi endemici della sanità campana. E' chiaro che in un momento di emergenza i problemi si amplificano! A marzo l'impatto del covid 19 è stato relativamente tenue in Campania e per questo non si sono evidenziati i problemi, a differenza di quanto accade oggi. Ma mi raccomando, lasciamola in zona gialla!

oracolodidelfo

Gio, 12/11/2020 - 10:46

Toc, toc....Giovinap !!!!!!!!

anfo

Gio, 12/11/2020 - 10:57

Giovinap quando hai finito di mangiare la sfogliatella deliziaci con un bel commento. Grazie.

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 11:09

anfo 10:57: dopo la sfogliatella passera al babà eppoi si metterà a preparare il ragù. non penso che oggi giovinap trovi tempo per commentare questa notizia dal paradiso napoletano che il mondo intero gli invidia.

jaguar

Gio, 12/11/2020 - 11:10

Gli avvertimenti di chi sappiamo stanno funzionando, per ora la Campania resta zona gialla tendente al verde.

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 11:42

ho sentito che da domenica la Campania tornerà verde perchè oramai da giorni ci sono 0 (zero) nuovi casi ed i ricoverati in ospedale sono stati dimessi tutti perchè guariti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 12/11/2020 - 12:13

Risulta pure zona gialla. Chi lo ha stabilito è proprio ridicolo.

Susy64

Gio, 12/11/2020 - 12:18

Certo...vuole i soldi della zona rossa insieme al suo amico Morcone....ma non l'ha votato tantissima gente? Come mai?

Macrone

Gio, 12/11/2020 - 12:37

Perchè la Sanità in Campania ed in Lazio non viene commissariata? De Luca e Zingaretti stanno facendo morire un sacco di gente per l'incapacità loro e del PD.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 12:39

il cotugno non è l'ospedale di de luca, ma è l'unica eccellenza "italonapoletana" riconosciuta nel mondo! infatti la mortalità in campania è di uno ogni 170.000 abitanti, quella ligure è uno ogni 46.000 abitanti, quella piemontese e di uno ogni 51.000 abitanti, quella lombarda uno ogni 65.000, la toscana uno ogni 70.000. "così è se vi pare" se non vi pare è sempre così!

enzotau

Gio, 12/11/2020 - 12:43

Non vedevate l'ora di dare addosso alla Campania ed al sud dopo che avete aftto migliaia di morti,ma ancora non è finita e siete sempre primi.

enzotau

Gio, 12/11/2020 - 12:47

ulio1974 alla faccia tua

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 12:50

ulio1974, hai capito male, la campania tornerà "verde" non per che ci sono zero contagi ma per che ci sono zero pagliacci, mentre in lombardia abbondano! adbondandis, adbonandandum diceva il mio illustre concittadino!

claudioarmc

Gio, 12/11/2020 - 12:51

Non c'era stato un miracolo della sanità pubblica campana?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 12:54

macrone, alla sanità lombarda e piemontese, altro che commissariamento, secondo me ci vorrebbero molte paia di manette!

Absolutely

Gio, 12/11/2020 - 13:01

L’hanno votato, se lo tengano.

Absolutely

Gio, 12/11/2020 - 13:07

I compagni campani, come tutti i compagni del mondo, vogliono solidarietà dall’opposizione quando governano loro. Nel frattempo mandano a processo Salvini, dove governa la Lega si augurano che muoiano tutti. Adesso anche Biden vuole tutti uniti, quando fino a ieri hanno massacrato Trump.

Ritratto di Frankdav

Frankdav

Gio, 12/11/2020 - 13:08

I posti letto non sono infiniti e così gli operatori sanitari, a Napoli si sta verificando la stessa situazione emergenziale che si era creata in Lombardia con la prima ondata, a differenza di tanti che sparavano a zero sulla sanità lombarda non mi sento di infierire per la situazione

jaguar

Gio, 12/11/2020 - 13:13

giovinap, belle le tue battute, specialmente quella sui pagliacci. Hai un futuro assicurato da barzellettiere.

ziobeppe1951

Gio, 12/11/2020 - 13:20

Com’è San Gennaro ha finito i miracoli?...è andato al bar a farsi le ssscccfogliatelle?

anfo

Gio, 12/11/2020 - 13:31

Bene anche oggi abbiamo avuto la tammurriata di giovinap! La prossima sul Cardarelli, a presto.

oracolodidelfo

Gio, 12/11/2020 - 13:33

jaguar 13,13 - Giovinap temo le sia sfuggito l'articolo in data odierna delle ore 9,38 a firma Agata Marianna Giannino, pubblicato su questo Giornale.

ST6

Gio, 12/11/2020 - 14:35

"napoletano coronavirus" cit. a parte, le decine di migliaia di morti lo sanno tutti dove ci son state. Ma certo se chiudi gli occhi, non è mai successo...

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 14:40

Frankdav 13:08: hai ragione,solo che a febbraio-marzo Milano, la Lombardia, l'Italia ed il mondo intero furono colti di sorpresa. Oggi a Napoli, a distanza di 7 mesi, sono sorpresi. Ma c'è da capirli, fino ad un mese fa erano tutti in spiaggia a godersi 'o mmare bello come giovinap.

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 14:46

enzotau 12:47: ti ricordo che i primi a trattare i lombardi come appestati a marzo furono proprio De Luca ed i campani, salvo poi a partire da giugno e fino a tutto agosto piagnucolare che bisognava riaprire le ragioni per non fare morire il turismo. turismo che, si sa, porta denaro, denaro lombardo soprattutto.

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 15:07

enzotau e giovinap: ma era negli ospedali napoletani che a marzo gli infermieri si davano per malati per non dover assistere i pazienti covid?? sicuramente non successe a bergamo.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 15:10

jaguar, 13,13 quello che è giusto e giusto, anche se devo dirti che i veri barzellettieri stanno in lombardia(fontana, sala, gallera, quelli si che ti fanno scompisciare dalle risate!

Ritratto di fergo01

fergo01

Gio, 12/11/2020 - 15:19

di Totò ce n'era uno, tutti gli altri son nessuno

anfo

Gio, 12/11/2020 - 15:46

ST6 il difensore d'ufficio che maldestramente cerca di cambiare argomento!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 15:52

ulio1974, erano i medici e i paramedici lombardi che marcavano visita, e scappavano dal lavoro, per paura di infettarsi! e infatti ne arrivarono circa 2.000 dal sud!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 12/11/2020 - 15:54

fergo01, questa non l'ho capita; me la spieghi?

ulio1974

Gio, 12/11/2020 - 16:07

giovinap 15:54: intende dire che de luca vuole imitare totò, senza riuscirci ovviamente. ma te lo deve spiegare uno che non è campano?!!??

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 12/11/2020 - 16:07

I Napoletani che hanno scelto un cialtrone come quel De Luca come loro Governatore se lo meritano. AH,AH,AH,AH!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 12/11/2020 - 16:41

al governatore si è scaricato il lanciafiamme.

oracolodidelfo

Gio, 12/11/2020 - 16:45

Vedo che Giovinap non ha replicato al mio post delle 13,33..........

ANPOWER

Gio, 12/11/2020 - 17:19

Io direi di lasciarli in zona gialla per sempre così magari capiranno da soli!! possono tranquillamente continuare ad andare sul lungomare insieme a sindaco e governatore ! saluti

rigampi1951

Gio, 12/11/2020 - 17:51

Lo avete rivotato il sig. De Luca, adesso tenetevelo, zitti e marciare tutti in riga

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 12/11/2020 - 18:33

Ma come, non era il primato della medicina del territorio della Campania contro lo sfascio della medicina ospedalizzata della Lombardia?

ROUTE66

Gio, 12/11/2020 - 18:34

A tutti quelli che parlano male della LOMBARDIA,passerà questo CAOS, tornerà la normalità,poi però NON VENITE HA FARVI CURARE negli ospedali LOMBARDI,state pure a casa VOSTRA,nelle VOSTRE eccellenze. Male che vada,in LOMBARDIA si accorceranno i tempi di attesa. Perciò TUTTI CONTENTI

PassatorCorteseFVG

Gio, 12/11/2020 - 18:48

purtroppo è il popolo campano che soffre, e non da adesso, visto i dati sulla vita media campana, sono di 5 anni inferiori delle regioni piu efficienti,e non da adesso. io vorrei che questo non succeda, ma non è colpa del nord.ciao a tutti.