I topi infestano il cantiere di piazza Mercato, finanziato con fondi Unesco

Recentemente, anche in altri luoghi simbolo di Napoli è stata denunciata la presenza di discariche abusive

Non c’è pace per i residenti e i commercianti di piazza Mercato a Napoli. I lavori per il rifacimento dello storico slargo, finanziati con i fondi Unesco, proseguono a rilento e i pesanti transennamenti installanti dalla ditta appaltatrice paralizzano le numerose attività commerciali della zona. Quel che preoccupa maggiormente i cittadini è, però, l’accumulo di materiali vari e di spazzatura, derivanti dallo sversamento illegale di rifiuti, che avviene in orari notturni all’interno del cantiere. Questa immondizia attira i topi provenienti dalle fognature scoperte. Sono oramai diversi mesi che la piazza è infestata dai ratti.

Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità, è intervenuto sulla vicenda. “Il degrado e i disagi che vivono cittadini e commercianti di piazza Mercato – ha detto – sono indicibili. I residenti vivono transennati tra rifiuti e topi, è in gioco la loro salute. Innanzitutto occorre avere un presidio notturno del cantiere, per evitare che di notte degli incivili vengano a scaricare i loro rifiuti; diventa necessario installare delle videocamere di sorveglianza e serve intervenire urgentemente ripulendo e derattizzando l’area”.

Nonostante le tante promesse delle istituzioni locali, continuano ad esserci ritardi in questo cantiere, dove vengono fuori sempre diverse problematiche, che non erano state preventivate. Questa situazione di stallo favorisce l’accumulo di rifiuti che attira i topi e mette in serissima difficoltà tutti i commercianti che ormai sono disperati. Recentemente, anche in altri luoghi simbolo di Napoli è stata denunciata la presenza di discariche abusive.

Un residente ha registrato un video che documenta la presenza di grossi ratti tra i cassonetti dell'immondizia e i cumuli di rifiuti abbandonati sotto la casa di Totò a Napoli. Dove ci sono i rifiuti ci sono i topi. Ed era inevitabile che non invadessero anche via Santa Maria Antesaecula, a Napoli, dove sono stati avvistati tra cassonetti e cumuli di rifiuti sversati illegalmente. Immagini di un degrado che va in scena sotto la casa di Totò, già bistrattata da negligenza, abusi e dall’inciviltà.

Le immagini dei topi sono state inviate al consigliere municipale, Gaetano Simeone, che con una richiesta scritta ha sollecitato un intervento all’assessore all’Ambiente del Comune di Napoli e all’Asia, la società partecipata del Comune si occupa della raccolta dei rifiuti. “Sono pervenute alla scrivente – si legge nel documento - varie segnalazioni, con video e foto, relative allo stato di degrado in cui versa Via Santa Maria Antesaecula, altezza civico n. 107, (casa di Totò) a causa dell’ammasso di rifiuti, soprattutto ingombranti, con precarie condizioni igienico sanitarie dell’area dovuta alla numerosa presenza di ratti. Vogliate pertanto mettere in atto le opportune azioni affinché venga salvaguardata la pubblica e privata incolumità”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?