Operaio 32enne muore sul lavoro schiacciato da un autotrasportatore

Salvatore Arciello era dipendente della ditta che gestisce il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti solidi urbani a Marano, nel Napoletano

Un inizio settimana tragico per Marano, il piccolo Comune a nord di Napoli, dove questa mattina un operaio di 32 anni è deceduto in seguito a un incidente sul lavoro. Salvatore Arciello era dipendente della ditta che gestisce il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in città.

Come ogni lunedì era ritornato nel deposito dell’azienda in via Sconditi per ricominciare il suo lavoro, ma qualcosa è andato storto e il giovane operaio ha perso la vita sul colpo, schiacciato da un autotrasportatore che gli è finito addosso. Inutili i soccorsi giunti immediatamente sul posto, l’uomo era già morto.

Nel deposito sono arrivati anche i carabinieri della locale stazione, i quali hanno avviato le indagini e hanno effettuato i primi rilievi, per stabilire la dinamica dell’incidente, l’ennesima “morte bianca” nel territorio napoletano. I militari hanno interrogato anche i titolari della ditta di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che ha sede a Salerno, in attesa che il magistrato disponga l’autopsia sul corpo dell’operaio 32enne. Poche settimane fa un altro incidente sul lavoro, a Ravello, nel Salernitano, dove un imprenditore 54enne è stato travolto dalla caduta di un montacarichi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.