"Sono il figlio di Dio": psicopatico sbraita sul treno della Circum, che resta fermo per un’ora

I passeggeri, fino all’arrivo dei carabinieri, hanno temuto che il giovane passasse dalle parole ai fatti, diventando pericoloso e violento

Il treno è rimasto fermo sui binari di Ottaviano, nel Napoletano, per più di un’ora. Disservizi e disagi per i pendolari della tratta della Circumvesuviana Napoli-Sarno, vittime dell’azione folle di un giovane con problemi psichici.

Il ragazzo improvvisamente si è spogliato e ha cominciato ad urlare, dicendo di essere il figlio di Dio. Il giovane si è sfilato la maglietta, rimanendo a torso nudo, e ha iniziato a correre e a sbraitare tra i viaggiatori, spaventandoli. Sono stati avvisati i dipendenti dell'Eav ed è partita così la chiamata alle forze dell'ordine.

I passeggeri, fino all’arrivo dei carabinieri, hanno temuto che l’uomo passasse dalle parole ai fatti, diventando pericoloso e violento. Per consentire l’arrivo dei militari il convoglio è stato fermato alla stazione di Ottaviano.

Le forze dell’ordine hanno trovato il ragazzo seduto a terra, ancora in stato di agitazione, appoggiato ad una parete. Hanno cercato di calmarlo e l'hanno convinto a farsi aiutare. Il giovane psicopatico è stato trasferito al pronto soccorso, mentre il treno ha ripreso a viaggiare dopo uno stop di oltre un’ora.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.