Tappeto bianco in strada e arteria chiusa senza autorizzazione per un matrimonio

Succede nel quartiere napoletano di Montesanto. La denuncia del consigliere regionale Borrelli: “Comportamento prepotente e incivile”

Tappeto bianco in strada e arteria chiusa senza autorizzazione per un matrimonio

Un tappeto bianco per strada, che occupava gran parte della carreggiata, e l’arteria chiusa al traffico per celebrare un matrimonio. Succede nel quartiere di Montesanto a Napoli, dove nessuna autorizzazione era stata concessa dal Comune ai novelli sposini.

A denunciare l’abuso il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, l’assessore all’Ambiente della seconda municipalità Roberto Marino e il consigliere comunale Salvatore Iodice. “Quello che è successo a Montesanto – affermano gli esponenti politici – è assurdo. Un’intera strada chiusa, con tanto di tappeto bianco sulla carreggiata, per permettere il passaggio di una coppia di sposi.

Il tutto, ovviamente, senza alcuna autorizzazione e in totale spregio delle regole. Ancora una volta ci troviamo a fare i conti con comportamenti del genere, attuati da persone che si ergono a padrone della città senza alcuna considerazione dei diritti altrui, attuando dei comportamenti prepotenti e incivili”.

I rappresentanti delle istituzioni locali vanno giù duro commentando il comportamento degli sposi. “Tale modo di fare – continuano – rappresenta anche un potenziale problema per il passaggio dei mezzi di soccorso o delle forze dell’ordine. Cosa sarebbe successo se fosse sopraggiunta un’ambulanza?

Quanto tempo sarebbe servito a liberare la strada e permettere il passaggio del mezzo? Comportamenti del genere sono assolutamente inaccettabili e privi di qualsiasi giustificazione. Una cerimonia non autorizza di certo a fare il proprio comodo a dispetto del prossimo”.

Commenti