Topi a via Aniello Falcone e degrado a Fuorigrotta: la città in balia dei rifiuti

Sulla vicenda sono intervenuti il consigliere regionale Borrelli e il consigliere comunale della Prima Municipalità Caselli, a cui i residenti hanno inviato un video dello scempio ambientale

Il degrado continua a colpire anche la zona della cosiddetta “Napoli bene” e a macchiare l’immagine della parte più bella della città. Di nuovo sotto i riflettori via Aniello Falcone, sede della movida notturna, a causa delle condizioni di precaria igiene della strada. I cittadini denunciano la presenza di topi, attirati dai residui di cibo degli aperitivi e della movida notturna.

Sulla vicenda sono intervenuti il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale della Prima Municipalità Gianni Caselli, a cui i residenti hanno inviato un video dello scempio ambientale. “Fa davvero rabbia – hanno detto – vedere una delle zone più belle di Napoli ridotte in questo stato, a una vera e propria discarica. Qui la sera la gente si riunisce per bere, fare gli aperitivi e pensa di gettare giù tutti i rifiuti, plastica, lattine, confezioni e residui di cibarie che, ovviamente, poi attirano i topi. La colpa di questa situazione, però, va distribuita perché anche gli esercizi commerciali, i baretti di questa zona, non si sono adeguati al gran numero di clienti e non si sono organizzati per la raccolta differenziata e per la pulizia della strada”.

Come se non bastasse, l’Asia, la ditta che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in città, si ritrova con un numero risicato di operatori e quindi le strade non vengono spazzate e ripulite con assiduità. “Va, assolutamente, trovata una soluzione – hanno spiegato Borrelli e Caselli – per ripristinare il decoro e la pulizia di questa zona”.

Anche nel quartiere di Fuorigrotta, all’incrocio tra via Luigi Mercantini e via Gabriele Rossetti, è stato segnalato al consigliere regionale Borrelli un grosso deposito abusivo di rifiuti. “Aggiorniamo costantemente – ha continuato l’esponente politico – il nostro dossier sulle discariche abusive del territorio campano. È un lavoro enorme dato il gran numero di incivili e criminali che, approfittando dell’emergenze rifiuti, continua a scaricare immondizia e materiali in modo illegale e pericoloso, per il territorio e per la cittadinanza. A Fuorigrotta abbiamo scoperto questa discarica dove ci sono materassi, carcasse di motoveicoli, pneumatici e suppellettili vari. È un’indecenza”.

Borrelli evidenzia come sia necessario contrastare questo fenomeno controllando il territorio, installando videocamere di sorveglianza e denunciando chiunque inquini le strade napoletane. Inoltre serve un nuovo sito di stoccaggio per poter combattere l’emergenza rifiuti che viene vissuta costantemente dai residenti.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.