Cronaca locale

Gatti presi a calci per divertimento, l'orrore dei giovani sul web

La nuova scioccante moda dei giovani sui social: gatti presi a calci e lanciati in aria, tutto filmato e poi postato in rete. Salvini: "Cretini e criminali". L'Enpa ha già sporto denuncia

Gatti presi a calci per divertimento, l'orrore dei giovani sul web

Sembra non esserci un limite alla rabbia, all'aggressività e alla violenza di alcuni giovani, che arrivano a prendere di mira chiunque, anche degli animali indifesi. Fanno orrore alcuni video (qui) che stanno circolando in questi giorni sui social, dove si vedono gruppi di ragazzini che si divertono a prendere a calci alcuni gatti trovati per strada.

Un modo per passare il tempo, per riempire esistenze evidentemente vuote. I giovani trovano soddisfazione nel riversare la loro rabbia su delle creature che non hanno fatto loro alcun male. Tutto viene ovviamente ripreso con i cellulari, perché i video devono poi essere postati sui social, per ottenere visualizzazioni e commenti dai coetanei.

I video incriminati, secondo quanto riferisce Repubblica, provengono da Piedimonte San Germano, località alle porte di Cassino, mentre altri sembrano essere stati registrati in una zona di mare, nel basso Lazio. Le immagini sono insopportabili da vedere. I ragazzi, adolescenti molto giovani, attirano l'attenzione di alcuni gatti randagi incontrati per strada, fingendo di porgere loro qualcosa. I mici, fiduciosi, si avvicinano e, a quel punto, il ragazzo incaricato di compiere "l'impresa" sferra un forte calcio all'animale, arrivando a sollevarlo da terra.

I video, postati su TikTok e Instagram, sono accompagnati da frasi come "Pallonetto", "Arripigliati", e altre sciocchezze simili. Si tratta, per stessa ammissione degli autori, di un "nuovo trend".

La condanna di Salvini

Il vicepremier Matteo Salvini è immediatamente intervenuto sulla vicenda, condannando con durezza l'operato dei ragazzi. Riproponendo i video sulle sue pagine social, il leader della Lega ha commentato: "Prendono a calci dei poveri gatti e se ne vantano sui social. Ho segnalato questi video alla Polizia Postale, spero che questi cretini-delinquenti vengano beccati e puniti a dovere. Se quei gattini potessero parlare…"

Sotto il post del ministro delle Infrastrutture non sono mancati i messaggi indignati e furiosi dei follower, che hanno espresso forti preoccupazioni per il futuro, considerato il comportamento dei giovani attuali.

Il comunicato dell'Enpa

Anche l'Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) ha fatto sentire la sua voce, dichiarando che chi si diverte a fare del male agli animali dovrà risponderne davanti alla legge. Dopo aver ricevuto la segnalazione dei video dalla Sezione di Frosinone l'ente ha già provveduto a denunciare l'accaduto tramite l’avvocato Enpa Claudia Ricci.

"Fa orrore vedere come ci si diverta a maltrattare degli animali. Un gatto usato come una palla, preso a calci con forza e cattiveria", ha dichiarato l'avvocato Ricci. "Sono immagini che danno i brividi non solo per l’inaccettabile violenza ma anche per il degrado che rappresentano: giovani che invece di vergognarsi di un gesto tanto ignobile se ne vantano e lo condividono con orgoglio sui propri profili social. Tante volte abbiamo sottolineato il legame tra la violenza sugli animali e quelle sulle persone. È ora di punire severamente chi compie questi reati. Noi continueremo a denunciare perché queste persone devono rispondere di fronte alla legge!", ha concluso.

Commenti