Nazionale

Rischio salmonella: un altro prodotto ritirato dagli scaffali

La stessa Aldi ha provveduto a emanare il richiamo e a sospendere la vendita. Allarme per alcuni lotti del Salame Felino Igp 500

Rischio salmonella: un altro prodotto ritirato dagli scaffali

Nuova allerta del ministero della Salute per la presenza del batterio Salmonella riscontrata in un prodotto di salumeria. Si tratta, nello specifico, del Salame Felino Igp 500 grammi venduto dalla nota catena di supermercati Aldi.

Alcuni campioni del prodotto, fanno sapere dal dicastero della Salute, sono risultati positivi all'agente batterico della Salmonella, motivo per cui è stato diramato il richiamo per rischio microbiologico.

Il prodotto richiamato

Ad essere stati richiamati sono alcuni lotti di Salame Felino Igp 500 grammi del marchio "Regione Che Vai". Marchio di identificazione dello stabilimento: IT 100 L CE. Nome del produttore: San Leonardo Prosciutti S.r.l. Sede dello stabilimento: Via San Vitale 12, 43038 Sala Baganza (PR), Italia.

È stata la stessa Aldi a richiedere il ritiro di diversi lotti del prodotto indicato, vale a dire C22430083, C22450029, C22450054 e C22470486. Dal momento che alcuni campioni sono risultati positivi alla Salmonella è caldamente sconsigliato il consumo di tali prodotti, che devono essere riportati presso il punto vendita. Aldi fa sapere che un rimborso sarà riconosciuto ai clienti che si presenteranno muniti di scontrino. Il servizio clienti di Aldi è raggiungibile al numero verde 800370370 (lun-ven 8:30-17:00, sab 8:00-14:00).

Salame Felino - Aldi

Gli effetti della Salmonella

Classificato come un batterio Gram-negativo, la Salmonella è l'agente batterico maggiormente trasmesso per via alimentare. Il patogeno può causare la salmonellosi, una delle più comuni infezioni gastrointestinali.

Uova e derivati, così come la carne di maiale, sono i principali veicoli della Salmonella. Oltre alla febbre, i sintomi della salmonellosi riguardano il tratto gastrointestinale. Possono dunque presentarsi crampi addominali, vomito e diarrea. Gli effetti del batterio si manifestano 12-72 ore dopo l'ingestione del cibo contaminato, e possono durare dai 4-7 giorni.

Commenti