New York, i detenuti ricchi dovranno pagarsi vito e alloggio in cella

In carcere come in albergo: ma soltanto nel senso che per soggiornarci bisognerà pagare il conto: lo prevede la riforma del sistema penitenziario studiata dal repubblicano Jim Tedisco per risparmiare sulle spese dello stato per mantenere i detenuti: 90 dollari al giorno

In cella come in albergo: ma soltanto nel senso che per soggiornarci bisognerà pagare il conto. Oltre a finire in prigione e rinunciare al proprio tenore di vita, i ricchi newyorkesi che saranno riconosciuti colpevoli di qualche reato e condannati, potrebbero dover pagare per il vitto e l'alloggio in carcere. Lo stato di New York sta valutando una proposta per introdurre una tassa «Madoff», dal nome del finanziere autore di una maxi-truffa da 65 miliardi di dollari e condannato a 150 anni di reclusione. Il progetto all'esame, presentato dal repubblicano Jim Tedisco, prevede che coloro con un reddito superiore ai 200mila dollari debbano coprire interamente le spese sostenute per il loro soggiorno carcerario. Per chi guadagna meno di 40mila dollari, invece, la permanenza in carcere sarà gratuita.
Nel tentativo di ridurre i costi dei detenuti sui bilanci statali, molti stati americani stanno valutando diverse alternative. Secondo le stime, un carcerato costa fra gli 80 e i 90 dollari al giorno. E quindi, vista la popolosità delle prigioni, la possibilità che alcuni detenuti paghino per il loro soggiorno in carcere si traduce in un evidente calo della pressione sulle finanze pubbliche. Il caso di Bernard Madoff ne è un esempio: ogni anno l'ex presidente del Nasdaq arriverebbe a costare (in base a una stima di 90 dollari al giorno per 356 giorni l'anno) 32.040 dollari. La sua condanna a 150 anni di carcere, anche se difficile che riuscirà a scontarla interamente, considerata pure la sua età - 71 anni - si tradurrebbe quindi in un esborso di denaro pubblico pari a 4,8 milioni di dollari. Una cifra inferiore al valore della casa di Madoff prima dell'incarcerazione e senza contare gli altri beni di lusso di cui il finanziare disponeva. L'appartamento di Madoff, situato nell'Upper East Side a Manhattan, vale sul mercato 7 milioni di dollari. Madoff sconta la pena nel carcere di Butner, nella Carolina del Nord, dopo aver trascorso mesi nella prigione di New York in attesa del processo e una notte, prima del suo arrivo a Butner, nel carcere di Atlanta.
«Troppo spesso i contribuenti si trovano a dover pagare il conto di criminali ricchi che, una volta scarcerati, hanno immense fortune ad aspettarli», spiega Tedisco, l'autore della proposta. L'idea alla base - aggiunge - non è quella di punire le famiglie dei carcerati. E a dimostrarlo è il fatto che nel valutare il reddito personale il progetto prevede che non siano prese in considerazione le abitazioni, i pagamenti fiscali, quelli figli e mogli a carico e nemmeno i mutui.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti