Nonna albanese ottiene carta di soggiorno a 113 anni

Feride Hyka vive in Umbria dal 1998 coi familiari. Superati problemi burocratici del commissariato di Foligno, che non accettava date di nascita anteriori al 1900

Dopo due anni di attesa Feride Hyka, una nonnina albanese di quasi 114 anni, dal 1992 in Italia, ha ottenuto ieri la carta di soggiorno che le consentirà, tra l'altro, di usufruire dei servizi di assistenza del Comune di Giano dell'Umbria, dove la donna vive da dodici anni insieme a figli e nipoti. Secondo quanto riferiscono i quotidiani locali a frapporsi tra lei e l'ottenimento della carta di soggiorno era stata la burocrazia e, in particolare, il sistema informatico del commissariato di Foligno che non accettava date di nascita anteriori al 1900. Feride Hyka, quarta donna più longeva al mondo, è nata il 7 agosto del 1896 nel comune di Luzi Vogel, sulla costa occidentale dell'Albania. Nove figli e ottanta nipoti, 30 dei quali vivono in Umbria, nella frazione di Bastardo dove abita, indossa l'hijab, il velo della modestia, come prescrive il Corano. I suoi figli pagano per lei una badante, non potendo fino ad oggi usufruire dei servizi messi a disposizione per gli anziani dal Comune di Giano dell'Umbria. La tanta sospirata carta di soggiorno è però arrivata ieri, dopo che della vicenda si erano interessati anche i giornali locali.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.