Le novità dell'anno scolastico

Queste alcune delle novità dell'anno scolastico 2009/2010 riassunte dal Ministero dell'Istruzione. Dal maestro unico prevalente al tempo pieno, all' esame di terza media ai precari

SCUOLA PRIMARIA
MAESTRO UNICO PREVALENTE. Da quest'anno nelle classi prime della scuola primaria si passerà ad un'unica figura di riferimento per i bambini. Successivamente questo modello coinvolgerà le altre classi in modo graduale. Abolite, dunque, le compresenze e confermato il tempo pieno.

AUMENTA IL TEMPO PIENO. Attivate 2191 classi di tempo pieno in più rispetto all'anno scolastico precedente, 1505 solo in prima elementare, grazie all'introduzione del maestro unico e all' eliminazione delle compresenze. 50.000 bambini (35 mila in prima e 15 mila nelle altre classi) in più avranno il tempo pieno. Saranno 36.508 in tutto le classi a tempo pieno (+8%). Incrementi si registrano in Sicilia, Puglia, Sardegna, regioni in cui il tempo pieno era meno diffuso rispetto a realtà come la Lombardia, l'Emilia Romagna e il Piemonte dove il servizio è storicamente più richiesto. L'aumento delle classi a tempo pieno risponde alla richiesta delle famiglie che per il 30,4% hanno scelto il modello orario di 40 ore settimanali con 2 insegnanti. Il 69,6% ha preferito il maestro unico di riferimento, con una scelta oraria cosi suddivisa: 30 ore il 58,6% delle famiglie; 24 e 27 ore l'11%.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
RIFORMULAZIONE DELL'ORARIO DELLE LEZIONI. L'orario sarà di 30 ore settimanali, consentendo una distribuzione razionale delle lezioni, eliminando insegnamenti facoltativi e opzionali che avevano allungato l'orario senza però garantire alle famiglie il rispetto delle scelte formative presentate.

ESAMI DI TERZA MEDIA. Il voto finale dell'esame di terza media sarà calcolato tramite la media aritmetica delle prove orali, di quelle scritte (inclusa la prova nazionale Invalsi) e del voto di ammissione.

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO
Saranno ammessi all'esame di Stato tutti gli studenti che conseguiranno la sufficienza in tutte le materie e in condotta. Le pagelle potranno essere consultate online e le scuole potranno organizzare sistemi di avviso via sms i genitori per le assenze dei figli.

PRECARI Sono stati immessi in ruolo 8.000 docenti ed assunti 8.000 unità di personale ATA e 647 dirigenti scolastici.

I NUMERI DEGLI STUDENTI Sono poco più di 4.2 milioni gli studenti della scuola media inferiore e della media superiore che stanno per cominciare il nuovo anno scolastico (dati provvisori delle iscrizioni aggiornati al 7 settembre scorso). Per quanto riguarda la scuola media, ci sono 1.669.063 iscritti; di questi 549.127 al terzo anno. Nelle scuole superiori gli iscritti sono 2.549.835, 426.883 frequentano il quinto anno.