Nucleare Ora Teheran chiede nuove trattative

Se Teheran sembra aver cominciato una nuova partita a scacchi sul nucleare, Washington non ci sta e torna ad avvertire la Repubblica Islamica: la comunità internazionale non aspetterà per un tempo «illimitato» la risposta ufficiale di Teheran alla proposta dell’Agenzia per l’Energia atomica. Il portavoce della Casa Bianca, Robert Gibbs, dopo le indiscrezioni con cui l’Iran ha fatto sapere di volere nuovi negoziati, è stato preciso: «Il tempo non illimitato, non si parla tanto per parlare, qui si tratta di giungere a un accordo che qualche settimana fa anche gli iraniani volevano». L’Aiea aveva ricevuto giovedì una «prima risposta» alla proposta che prevede l’arricchimento all’estero dell’uranio, ma ieri l’agenzia Irna ha fatto sapere che per Teheran quella non doveva essere considerata una «risposta». Teheran, piuttosto, chiede di negoziare «sul modo di procacciarsi il combustibile nucleare necessario a un reattore», ha riferito l’Irna. Ma è proprio su questo punto che l’Occidente non ci sta: cioè la pretesa iraniana di ricevere combustibile nucleare per le sue centrali prima di inviare all’estero l’uranio da arricchire.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.