Opel, Merkel: intesa con Magna non vincolante

La cancelliera tedesca frena sull'operazione per il salvataggio di Opel: "Caso speciale, non ce ne saranno altri". poi difende il ministro dell'Economia e avverte: "Stiamo dando una chance a Opel, ma ci sono rischi per l'acquisizione"

Opel, Merkel: intesa con Magna non vincolante

Berlino - La cancelliera si tiene le porte aperte. L’operazione Opel comporta "molti rischi" e, in ogni caso, Magna non ha firmato un "accordo vincolante". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, intervenendo a un convegno a Berlino. "Sapevamo che avevamo a che fare con un caso speciale - ha aggiunto - Non vedo un altro caso come quello della Opel".

L'operazione "Stiamo dando una chance a Opel, lo considero onesto" ha aggiunto la Merkel. "Considero il risultato sostenibile, ma non privo di rischi" ha aggiunto. La cancelliera è poi tornata a difendere il ministro dell’Economia, Karl-Theodor zu Guttenberg, attaccato dai socialdemocratici per aver affermato di preferire un’insolvenza controllata per Opel. "Rispetto i dubbi di zu Guttenberg, è lui che ha fatto in modo che gli interessi tedeschi venissero rispettati" ha osservato Merkel.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti