Ora Fini sfotte il Cavaliere "Non c'è nulla da ridere"

Il presidente della Camera torna all'attacco del premier: "Gli italiani sono sconcertati per la gravità delle accuse. Solo Berlusconi trova qualcosa di divertente in questa vicenda". Intanto il Terzo polo insiste: "Il premier si dimetta, noi pronti al voto"

Ora Fini sfotte il Cavaliere 
"Non c'è nulla da ridere"

Roma - Fini torna all'attacco del presidente del Consiglio. "L’unico che trova qualcosa di divertente è il presidente del Consiglio, francamente non so cosa ci sia da divertirsi". Con queste parole il presidente della Camera Gianfranco Fini commenta le ultime dichiarazioni del presidente del Consiglio sulla vicenda Ruby. "Gli italiani sono sconcertati per la gravità delle accuse", ha aggiunto affermando: "È legittimo essere preoccupati per la gravità delle accuse". "Certamente è legittimo essere preoccupati per quello che sta accadendo, soprattutto per il buon nome dell’Italia nel mondo. Credo che molti italiani siano sconcertati per la gravità delle accuse mosse al presidente Berlusconi. L’unico che trova qualcosa di divertente in tutto questo clamore, è il presidente del Consiglio. Francamente non so cosa ci sia da divertirsi" ha detto Fini.

Commenti