Sbarca a Palermo con stupefacenti e armi: denunciato svizzero

L'uomo è giunto nel porto del Capoluogo siciliano a bordo di una monovolume in compagnia di un amico. Nel suo bagaglio è stata rinvenuta droga di diverso genere e varie armi da taglio sotto il sedile dell'auto

Arriva da Genova a Palermo in possesso di armi da taglio e una valigia contenente 110 grammi di sostanze stupefacenti di varie tipologie. Ai controlli trova i militari della guardia di finanza che lo sorprendono. Per lui scatta una denuncia. Si tratta di un cittadino svizzero arrivato nel Capoluogo siciliano in compagnia di un amico a bordo di un’automobile. Ricostruiamo quanto accaduto.

Gli uomini del primo nucleo operativo metropolitano di Palermo erano al lavoro per i controlli sui passeggeri sbarcati in città. In questo caso, stavano eseguendo le verifiche sulle persone provenienti dalla nave di linea Gnv. Occhi puntati su una monovolume a bordo della quale viaggiavano due cittadini svizzeri. I due sono stati sottoposti ad un controllo più approfondito. Uno di loro, ovvero l’odierno denunciato, ha manifestato immediatamente un palese nervosismo rispetto al compagno di viaggio. Questo atteggiamento dava sempre più certezza ai finanzieri di doversi trovare da lì a breve davanti a qualcosa di illegale. Dunque i militari hanno iniziato a passare al setaccio il contenuto dei bagagli dei due.

Ebbene, quei sospetti si sono materializzati in realtà pochi minuti dopo. All’interno della valigia dello svizzero sono state rinvenute due bustine di marijuana dal peso approssimativo di 5,00 grammi e 1,50 grammi. Effettuando ulteriori controlli sono state rinvenute altre sostanze, ovvero circa 84,00 grammi di “Kratom” e circa 9,50 grammi di semi di “Argyreia Nervosa”. Si tratta di sostanze vegetali psicoattive che rientrano comunque nel testo unico sugli stupefacenti. Le perquisizioni hanno portato al ritrovamento di altra sostanza stupefacente rappresentata da un contenitore di pillole dal peso di circa 10 grammi.

La sorpresa non era ancora finita. I militari hanno perquisito anche ogni angolo dell’abitacolo trovando una serie di armi da taglio. Sotto i sedili della vettura sono stati rinvenuti quattro machete, due asce e quattro coltelli a serramanico. Per il cittadino svizzero è scattata la denuncia alla procura di Palermo. È questo un periodo particolare per l’Italia in virtù della grave situazione che si sta vivendo a livello sanitario a causa dell’emergenza caratterizzata dal coronavirus. In questa situazione non viene mai abbassata la guardia da parte delle forze dell’ordine, sempre pronte a garantire il rispetto della legalità in funzione della sicurezza della pubblica collettività. I militari della guardia di finanza in questi giorni stanno intensificando le attività di controllo nei confronti di chi arriva nel territorio siciliano. L’operazione nei confronti del cittadino svizzero mostra come l’attenzione sia massima affinché venga rispettata la legalità sul territorio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.