Persino la nascita della Lunezia spacca il Pd spezzino

Persino la nascita della Lunezia spacca il Pd spezzino

«Lunezia Regione» firmato, associazione Regione Lunezia. Non fa una piega il ragionamento di chi vorrebbe che le province della Spezia e Massa Carrara più altre porzioni di territorio dell’Emilia Romagna e della Toscana vengano condensate in un unico nuovo ente istituzionale. Non sia mai la Provincia ma un ente con poteri e soldi. Che possa davvero dare importanza ad una terra che se governata da una stessa testa potrebbe avere una marcia in più. Questo mentre il presidente della provincia spezzina Marino Fiasella ha scritto a tutti i sindaci interessati per unificare le province della Spezia e Massa Carrara. Incocciando però in una stroncatura da parte del capogruppo del Pd in Regione Raffaella Paita, dell’assessore regionale Renzo Guccinelli e del consigliere Alessio Cavarra.
Gli aderenti all’associazione «Regione Lunezia» si sono ritrovati per capire quanto il loro progetto possa proseguire dopo la retromarcia del Governo sulla abolizione delle Province: «Avevamo la speranza che oggi fosse possibile porre testa e mano a una riforma istituzionale di grande respiro - spiegano -. La cessazione della Province avrebbe comportato l’inevitabile meccanismo di ridisegnare le Regioni. In questo contesto la nascita storica della Lunezia sarebbe stata la naturale conseguenza». Al momento, tutto si è fermato. Non la volontà di chi crede che sia opportuno ridisegnare i confini in questa porzione di dorsale tirrenica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti