Personaggi

"Abusi edilizi in Costa Smeralda". Ancora guai per Gianluca Vacchi

Nel mirino della procura di Tempio Pausania è finita la villa, che Vacchi sta costruendo a Porto Cervo e per la quale il comune di Arzachena aveva già disposto una parziale demolizione

"Abusi edilizi in Costa Smeralda". Ancora guai per Gianluca Vacchi
Tabella dei contenuti

Gianluca Vacchi è di nuovo nei guai. Dopo le denunce dei suoi ex collaboratori domestici e la polemica scoppiata per la pubblicità della sua catena di fast food con preservativi e kit per fumare, l'imprenditore bolognese è finito nel mirino della magistratura per la villa che sta costruendo a Porto Cervo e risulta indagato.

La mega villa con piscina, discoteca e lodge

Secondo quanto riferito da L’Unione Sarda, la procura di Tempio Pausania ha aperto un fascicolo per presunti abusi edilizi sulla mega villa, che Gianluca Vacchi sta realizzando in località Pantogia a Porto Cervo. La costruzione, una residenza di oltre mille metri quadrati, più altrettanti di terrazze, è stata chiamata con il nome di sua figlia, Blu Jerusalema. "Ci sono un campo da padel, discoteca, due lodge con suite e quindici camere. Lavori per quasi 15 milioni di euro", aveva raccontato a maggio 2022, quando i lavori alla villa erano appena cominciati e l'imprenditore sperava di poterla utilizzare già a partire da questa estate. Ora che la costruzione era quasi ultimata, ecco arrivare i guai.

Le ordinanze di demolizione

Nelle scorse settimane il comune di Arzachena aveva contestato a Vacchi gli abusi, ordinando la demolizione di alcune aree della maxi-villa in Costa Smeralda. "Il dirigente Mario Chiodino ha già firmato diverse ordinanze indirizzate a Vacchi e si parla di circa 400 metri cubi 'in eccesso' rispetto al progetto autorizzato", riferisce il quotidiano sardo, che spiega: "Nelle ordinanze si fa riferimento a vuoti sanitari trasformati in spazi abitabili, di stanze in più e di maggiore altezza interna rispetto ai locali autorizzati". Ai richiami ufficiali, però, non avrebbe fatto seguito nessun intervento sanatorio da parte di Mister Enjoy e la palla sarebbe passata in mano alla procura di Tempio Pausania.

L'ispezione e le accuse

Il pubblico ministero Gregorio Capasso ha aperto un fascicolo per presunti abusi edilizi e il nome di Gianluca Vacchi è stato iscritto nel registro degli indagati. L'imprenditore si è detto disponibile a collaborare e secondo l'Unione Sarda alcune aree oggetto di indagine sarebbero state già demolite. Le autorizzazioni sarebbero regolari e l'impresa costruttrice dichiara di avere agito in conformità con la legge. Il cantiere della villa milionaria, intanto, è stato oggetto di ispezione da parte della Guardia Forestale e tra i vari abusi contestati ci sarebbe altro. "Si parla del rispetto del vincolo idrogeologico.

Questo sarebbe uno dei temi importanti del fascicolo. Ma sui dettagli dell’attività dalla Procura gallurese non trapela nulla", conclude il quotidiano. E ora si ipotizza che Vacchi possa essere convocato dalla procura.

Commenti