Piazza Affari chiude in rialzo, migliore d'Europa, Ftse Mib +0,81%

Chiusura di seduta in rialzo per Piazza Affari, che risulta oggi la migliore d'Europa, in netta controtendenza rispetto agli altri mercati continentali, tutti in negativo. L'indice Ftse Mib realizza così un progresso dello 0,81% a 21.576 punti, mentre l'All Share sale dello 0,71%. Il clima vacanziero provoca un netto calo degli scambi, scesi a un controvalore di 1,8 miliardi di euro. Piazza Affari ha fatto oggi corsa solitaria, accusando solo nella fase di avvio una certa fiacchezza. Invertita la tendenza, il listino si è portato al rialzo mantenendo il vantaggio fino alla fine, nonostante l'andamento negativo di Wall Street. Finale sui massimi di giornata. A trascinare la quota i titoli bancari, soprattutto Intesa, che, pesso trascurata nelle sedute precedenti, ha chiuso con un rialzo del 3%; l'istituto dovrà approvare la semestrale a fine mese. Altri buoni progressi per Bpm (+2,51%) e Banco Popolare (+1,4%), Unicredit termina con un +0,63%. Tra gli altri finanziari, Mediolanum segna un +2,71%.
Tlc protagoniste soprattuto con Tiscali (+5,19%) a cui durante la giornata si è aggiunta Fastweb (+2,53%) ancora sotto l'effetto trimestrale, e nel finale Telecom, capace di un +1,40%. Tra i media spunto di Mediaset nel finale(+3,55%) su voci rimbalzate sulla stampa spagnola nel weekend di una possibile fusione tra la controllata Telecinco e Prisa. Rialzo anche per L'Espresso (+1,34%).
Passi avanti per i cementieri, con Buzzi +4,76% in attesa dell'approvazione dei conti, domani; di conserva sale anche Italcementi (+2,59%). Giù Fiat (-0,54%) molto nervosa, mentre tornano voci di un ritorno in corsa nella gara per Opel. Bene Autogrill (+2,94%) promossa dagli analisti.
Incerti gli energetici, con Enel (+0,51%)che non riesce a sfruttare più di tanto dei report positivi come l'inserimento nella «conviction buy list» da parte di Goldman Sachs; Eni +0,12%, Snam ferma, Terna -0,62%. Giù Saras (-2,90%) dopo il rialzo di venerdì, in calo anche Erg dopo un report.
Sul resto del listino, balzo della Lazio (+14,24%) dopo la vittoria in Supercoppa. Spunto di M&C (+16,38%) con gli operatori che scommettono su nuovi rilanci da parte delle cordate che conducono Opa concorrenti: forte rialzo di Mariella Burani (+17,3%) che nei giorni scorsi ha annunciato un aumento di capitale fino a 100 milioni di euro.
Le Borse estere. Le borse europee chiudono in negativo la prima giornata settimanale di contrattazioni. A Londra l'indice Ftse 100 perde lo 0,2%, a Francoforte il Dax cede lo 0,75% mentre a Parigi il Cac 40 lascia sul terreno lo 0,47%.
(

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.