5S avvisano: "Reddito e quota 100 non si toccano". È scontro tra giallorossi

Dopo le critiche della Bellanova, i 5S passano all'attacco: "Non ci sarà nessuna modifica fino a che saremo al Governo". Ma Italia Viva non ci sta

5S avvisano: "Reddito e quota 100 non si toccano". È scontro tra giallorossi

"Ancora una volta ci ritroviamo a leggere notizie infondate che riguardano il reddito di cittadinanza e Quota 100. Chiariamo subito una cosa: per il MoVimento 5 Stelle queste due misure non si toccano e non ci sarà nessuna modifica fino a che saremo al Governo". Il post dei pentastellati pubblicato sul Bolg delle Stelle non lascia spazio alcun dubbio: reddito di cittadinanza e quota 100 sono blindate, nonostante i malumori che da tempo stanno creando.

L'ultima in ordine di tempo a criticare il cavallo di battaglia dei 5S è stata Teresa Bellanova. "Mi aspetto che il governo cambi passo e che non ci siano totem. Sul reddito di cittadinanza facciamoci una domanda e diamoci una risposta: quelle risorse vanno indirizzate in modo più proficuo. Su quota 100, io non ho cambiato idea, il Pd evidentemente sì, se non pensa più ad abolirla", aveva affermato ieri il ministro. E subito i grillini erano passati al contrattacco, puntando il dito contro la renziana e chiedendo le sue dimissioni: "Alla Bellanova fa schifo il reddito di cittadinanza. Si dimetta e faccia cadere il governo".

Dopo queste parole di fuoco, il post sul Blog delle Stelle per rimarcare l'importanza delle due misure. "Abbiamo finalmente dato speranza e dignità a milioni di cittadini che per anni sono stati completamente abbandonati dalla politica, abbiamo dato ad anziani e famiglie la possibilità di pagare una visita specialistica, il riscaldamento e di fare la spesa. Abbiamo dato il diritto di andare in pensione dopo anni di sacrifici a tutti quei lavoratori che sono stati ingannati da una legge ingiusta e dolorosa come la Fornero", si legge sul sito.

"Tutto questo era nel nostro programma con cui ci siamo presentati alle elezioni nel 2018, e noi le promesse le manteniamo. I voti del MoVimento 5 Stelle per cambiare o smantellare due conquiste sociali e di umanità come queste non ci saranno mai". Così, mentre i pentastellati intendono continuare per la loro strada, nella maggioranza giallorossa la tensione torna alle stelle. Italia Viva si schiera apertamente contro il reddito di cittadinanza. "È una misura sbagliata che non può andare avanti, bisogna creare lavoro perché è il lavoro a dare dignità non i sussidi", ha tuonato su Twitter il senatore renziano, Ernesto Magorno. "Che il reddito di cittadinanza non funzioni lo dicono i numeri. Quando le cose non funzionano devono essere modificate per il bene del Paese", ha fatto eco la deputata di Iv, Raffaella Paita. Il Pd, invece, propende per una revisione. "Il reddito di cittadinanza va migliorato molto.

Sono più critico su quota 100 per come è stata fatta", ha invece dichiarato l'ex segretario, Maurizio Martina, al Corriere della Sera. Lo scontro tra M5S, Pd, Leu e Italia Viva è aperto.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica