Migranti, adesso anche la Lamorgese vuole una stretta sulle Ong

Dopo i numeri di inizio anno, dal Viminale è emersa una certa preoccupazione sull'aumento degli sbarchi e sulle attività delle Ong: possibile la riproposizione del codice voluta da Marco Minniti

Come già anticipato nei giorni scorsi, i numeri iniziano a preoccupare anche il Viminale. È vero che i dati di gennaio 2020, sul fronte immigrazione, non sono gli stessi degli anni dell’emergenza, tuttavia un aumento del 700% rispetto al 2019 è molto più di un campanello d’allarme.

E così, ecco che lo stesso ministro Luciana Lamorgese adesso prova a correre ai ripari. Si è dunque capito, su spinta soprattutto di numerosi funzionari del ministero dell’interno, che se il numero di approdi in Italia si è mostrato così in alto già nel mese di gennaio, in vista della stagione estiva la situazione potrebbe farsi molto delicata.

È bene infatti ricordare che nei primi 31 giorni del 2020, sono arrivate irregolarmente in Italia 1.275 persone, a fronte delle 202 dello stesso periodo del 2019. Il Viminale vorrebbe provare più strade per provare ad arginare un flusso che dalla Libia è tornato ad essere imponente.

In primo luogo, Luciana Lamorgese sta valutando la posizione delle Ong. In particolare, il ministro dell’interno vorrebbe tirar fuori dal cassetto nuovamente il codice già varato nel 2017 quando al Viminale sedeva Marco Minniti. In poche parole, si vorrebbe regolamentare l’attività delle organizzazioni non governative, le quali da quando si è insediato il governo Conte II non hanno avuto sostanzialmente freni. E dal ministero, così come scritto da Il Messaggero, si vorrebbe anche far luce su quegli eventuali rapporti tra scafisti e responsabili delle Ong: “Si ricomincia a parlare – si legge sul quotidiano romano – di telefonate tra scafisti e volontari delle associazioni non governative”.

Ma sotto questo fronte c’è un’importante resistenza interna alla maggioranza giallorossa. Una parte del Pd, al pari di LeU e di associazioni culturali legate comunque ai partiti al governo, non vorrebbe vedere una riedizione della stagione di Minniti sulle Ong. La mediazione potrebbe arrivare dalla promessa, da parte del governo, di togliere definitivamente i decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini tra il 2018 ed il 2019, vero obiettivo della campagna volta ad invocare “discontinuità” da parte soprattutto della sinistra del Pd.

Tuttavia, l’operazione a livello politico non appare semplice. La maggioranza sotto questo fronte, ha già rischiato di spaccarsi a novembre in occasione della decisione di rinnovare per altri tre anni il memorandum con la Libia, altra operazione voluta da Minniti e non vista positivamente dall’area più a sinistra dei giallorossi.

C’è poi, sempre riguardo alle Ong, un tentativo di dialogo sul fronte europeo. Il ministro Lamorgese vorrebbe infatti responsabilizzare gli Stati di bandiera. Ed a tal proposito, si parla di trattative bilaterali soprattutto con Francia e Germania. Dopo il bluff sulla redistribuzione, presentata come un “successo diplomatico” dal governo Conte II nello scorso mese di settembre ma di fatto mai regolamentata da nuove normative in sede comunitaria, ora da Roma si sta provando a stringere singoli accordi con i partner continentali. L’obiettivo sarebbe quello di una cooperazione sulle Ong, che parta dalle certificazioni rilasciate dai paesi di bandiera e passi per una collaborazione nelle fasi di sbarco e redistribuzione.

Infine, c’è ovviamente in ballo anche la pista che porta direttamente nel paese da cui partono i migranti, ossia in Libia. Lunedì il ministro dell’interno di Tripoli, Fathi Bashaga, è stato a Roma, dove ha presentato il conto al nostro governo: l’esecutivo guidato da Al Sarraj vuole più soldi per poter costruire nuovi centri per migranti, chiusi nell’area della capitale libica per via degli scontri, e nuovi fondi per acquistare attrezzature. L’Italia potrebbe pagare il conto, abbastanza salato, a patto che la Libia si impegni a mettere nuovamente in mare le motovedette donate dal nostro paese negli anni precedenti.

A prescindere dalle strade che prenderà il Conte II sull’immigrazione, appare chiaro come il tema inizi a preoccupare e non poco i vertici sia di Palazzo Chigi che del Viminale. Quei numeri sopra esposti, potrebbero rappresentare un’insidia non indifferente nel proseguo dell’azione di governo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 05/02/2020 - 10:41

Qualcuno comincia a sentire il calore delle fiamme che si avvicinano pericolosamente alle terga.

nopolcorrect

Mer, 05/02/2020 - 10:49

Se i grillini non dimostreranno di essere duramente contro l'invasione per loro sarà la fine. Un suggerimento? Votino contro l'autorizzazione a procedere contro Salvini, guadagnerebbero solo consensi, evitino di fare un favore ai giudici comunisti amici del PD.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 05/02/2020 - 10:57

Non sente più la sedia sotto il sedere.Regards

Tommaso_ve

Mer, 05/02/2020 - 11:01

Eh no!!! Proprio adesso che hanno dissequestro la Alan Kurdi??? Proprio adesso le la macchina Ong è a pieno regime? No no non si fa!

Romalupacchiotto

Mer, 05/02/2020 - 11:09

Finora che ha fatto si è messa le fette di prosciutti sugli occhi??? Sveglia signora!!!

FD06

Mer, 05/02/2020 - 11:14

Saranno inevitabili prese di posizione del Governo per evitare la caduta libera del paese in sicurezza e in voti ... Vedremo se il Governo riuscirà a organizzare una frenata diplomatica sull’immigrazione e il traffico umano ..

Ritratto di FraBru

FraBru

Mer, 05/02/2020 - 11:24

Più che "stretta sulle ong", penso che la ministrA all'invasione Lamorgese pensi allo "stretto (di Messina) per le ong". Dopo Spagna, Francia, Algeria, Albania, Tunisia è l'unico fazzoletto di mare rimasto all'Italia... mica ce lo vorremo tenere, no? Eccheccacchio, mica saremo sovranisti!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 05/02/2020 - 11:26

Tutti gli immigrati non europei vanno cacciati. Gli italiani non sopravviveranno ai prossimi 50 anni senza scelte radicali.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 05/02/2020 - 11:32

ma comeeee adesso che ci sono 3.000.000 di risorse da traghettare e sbolognare in itaglia????ahhh ministra nun se fa accussì!!!!

Ilsabbatico

Mer, 05/02/2020 - 11:35

I clandestini non devono neanche arrivare , vanno bloccati subito e riportati nei loro paesi.

amedeov

Mer, 05/02/2020 - 11:39

Quintus ecc. 11.26 Ringrazia chi ha aperto le porte dell'italia ai trafficanti. E poi processano Salvini perchè si è opposto

donzaucker

Mer, 05/02/2020 - 11:46

@Nopolcorrect: secondo me hai ragione, a prescindere dal tuo orientamento politico, c'è parecchia gente con idee di Sx (canna libera, no omofobia, no crocifissi a scuola ecc.), ma che è contraria all'immigrazione selvaggia. M5S potrebbe rubare elettorato sia a lega che a PD. Per quanto mi stia antipatico Salvini penso anche io che questo processo sia una inutile farsa. Mi sono rotto di vedere in giro africani scrocconi e le ONG indisturbate che ce ne scaricano a vagonate e sono sicuro di non essere l'unico di SX a pensarla così.

bernardo47

Mer, 05/02/2020 - 11:52

Forse ci arriva......forza pd,cambiare verso per piacere, e smetterla di regalare voti a salvini.....coraggio,è ora.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 05/02/2020 - 11:59

se ne accorgeranno quando cominceranno ad arrivare infetti dal coronavirus tra qualche mese!!!

Kamen

Mer, 05/02/2020 - 12:06

La signora è stata collocata in quel ministero dalla sinistra con il preciso incarico di organizzare l'invasione.

Gatto Giotto

Mer, 05/02/2020 - 12:10

Fino a domenica scorsa la Boschi diceva che non era cambiato nulla dal punto di vista degli sbarchi...

Adespota

Mer, 05/02/2020 - 12:14

Che idea geniale! Qualcuno gliela avrà suggerita, poichè troppo elevata per arrivarci da sola.

fjrt1

Mer, 05/02/2020 - 12:23

Il prossimo governo sarà di centro destra. Il primo provvedimento che dovrà prendere sarà di differire presso un tribunale militare chi ha favorito l'ingresso di tanti clandestini perché è stato messo a rischio la sicurezza del nostro paese.

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Mer, 05/02/2020 - 12:26

Ci sono malattie con tempi d'incubazione lunghi e ci sono portatori sani. Il mondo moderno già ci espone a enormi rischi evitiamo di raccogliere carrettate di poveracci a caso. Le conseguenze potrebbero essere devastanti.

Ogliastra67

Mer, 05/02/2020 - 12:36

Se la sinistra sta ripensando a qualche divieto, sono preoccupato, vi è qualcosa che non va e che non ci vogliono dire.....fidatevi. Come tutti i governi a guida rossa, solo quando il guaio è fatto, allora si pronunciano. Vedasi quanto accaduto in Cina...per quanto, secondo voi hanno taciuto il coronavirus, chissà da quanti mesi è in giro!!!!!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 05/02/2020 - 12:42

@amedeov Ogni anno entrano in Italia 250.000 stranieri con mezzi che non sono navi e gommoni, pari al 50-60% dei nati italiani. Salvini a questo problema non ha neanche accennato, proprio come i piddini.

jaguar

Mer, 05/02/2020 - 13:12

L'unica stretta per le Ong sono i porti chiusi, non c'è alternativa.

Ogliastra67

Mer, 05/02/2020 - 13:16

Quintus_Sertorius...si spieghi meglio

amedeov

Mer, 05/02/2020 - 13:39

Quintus ecc 12.42 Allora oltre Salvini bisogna processare anche il pd

amedeov

Mer, 05/02/2020 - 13:45

Quintu ecc. 12.42 Infatti Salvini viene processato per aver impedito alle ogm di far sbarcare stranieri,come li chiami tu. Nessuno si sogna di processare chi,illegalmente,fa entrare stranieri e lucra su di loro

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/02/2020 - 14:11

I "Migranti", quelli in arrivo a bordo dei barconi di salvataggio (di regola targati UE), cominciano a pesare anche sul governo Conte, che non sa più cosa fare: "li salviamo o ci adeguiamo a sistemi di maggiore prudenza?". Sta di fatto che l'invasione é ricominciata, aiutata da un inverno caldo e buono. Preghiamo: "Salvini salvaci tu!" Ma lui non può più farlo ed anzi rischia la galera, ora rossa.

ettore10

Mer, 05/02/2020 - 15:00

Finalmente la SX si è accorta del male che reca questa migrazione clandestina. Spero che sia autentica è non un tentativo di non perdere voti. Fare accordi con altri Paesi europei non è altro che un'altro inganno come quello di Malta.

Trinky

Mer, 05/02/2020 - 15:02

Quintus_Sertorius....sbaglio o qulcuno dei vostri magistrati sinistroide si è opposto a mettere i militari a difesa della frontiera in Friuli?

aldoroma

Mer, 05/02/2020 - 15:32

See svegliata...... Naaa si è svegliataaa

Ritratto di tox-23

tox-23

Mer, 05/02/2020 - 15:41

Come osano imporre paletti alle ong? Nessuno da sinistra starnazza all'"allarme fascismo"?

bernardo47

Mer, 05/02/2020 - 15:46

Coraggio pd.....è ora di non regalare più voti a salvini!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 05/02/2020 - 15:59

@Ogliastra67 Solo una minoranza degli ingressi di stranieri in Italia ha luogo via mare. Per esempio, 25.000 su 240.000 nel 2018. I nati italiani sono al momento circa 400.000. Anche arrestando le invasioni via mare, gli immigrati sono comunque pari al 50% delle nascite (in un anno buono, nel periodo 2007-2010 ne sono entrati 400.000 ogni anno). Sommando le loro nascite e gli ingressi, la demografia condanna gli italiani allo status di minoranza etnica ed elettorale in una sola generazione. A meno di azioni drastiche, il popolo italiano è un morto che cammina. Ma gli italiani non lo sanno perché l'opposizione (Lega e FdI inclusi) non fa il suo lavoro e la stampa parla solo dei gommoni.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 05/02/2020 - 16:05

@Trinky Sbaglio o nessuno dei vostri capoccia piddoleghisti osa affrontare il tema della catastrofe demografica che attende gli italiani grazie a quote legali, ricongiungimenti, corridoi umanitari, abolizione dello ius sanguinis? O il tema UE. O il tema euro. O il tema protezionismo. O il tema infrastrutture. O il tema Banca d'Italia. O il tema...