Puglia, le priorità di Emiliano: soldi per il "turismo islamico"

La Regione Puglia di Emiliano (Pd) ha pubblicato un bando per finanziare le strutture turistiche "che tolgono i simboli cristiani" e diventano Muslim friendly: "Così ci facciamo islamizzare"

Una serie di iniziative per permettere al territorio pugliese di aprirsi alle opportunità offerte dal turismo vicino al mondo islamico: questo l'intento del progetto "Muslim friendly", promosso dalla Regione Puglia nell'ambito del programma Destinazione Puglia e realizzato con Teatro Pubblico Pugliese e Pugliapromozione. È stato ideato un avviso pubblico per "la presentazione di proposte progettuali finalizzate alla definizione del Piano di promozione dell’offerta turistica Puglia 'Muslim Friendly'". In tal modo la sinistra, mentre il nostro Paese deve fare i conti con le drastiche conseguenze economiche provocate dall'emergenza Coronavirus, tende la mano verso il turismo islamico. Evidentemente rappresenta una priorità rispetto alle esigenze degli italiani.

L'avviso pubblico prevede un budget complessivo di ben 90mila euro Iva inclusa, per progetti di promozione che devono realizzarsi tra il primo ottobre e il 18 novembre 2020; contestualmente dovranno includere pernottamenti, visite guidate, pacchetti turistici e ristorazione. Alt, però. C'è una condizione principale da rispettare: bisognerà tenere conto "delle particolari esigenze dei turisti musulmani, che da recenti ricerche di settore risultano numericamente in costante crescita, oltre ad avere delle peculiarità che li rendono anche qualitativamente molto interessanti per il territorio pugliese".

"Ci facciamo islamizzare"

Il tutto è stato denunciato da Giorgia Meloni, che sui propri profili social ha reso noto il bando (clicca qui per leggerlo) con il quale vengono finanziate le strutture turistiche "che tolgono i simboli cristiani", diventano “Muslim friendly” e si rendono più accoglienti nei confronti dei musulmani. "Tra le prescrizioni, piscine separate tra uomini e donne (ma il genere sessuale non era stato abolito dalla sinistra?), babysitter e personale vestito in modo consono (niente minigonna, meglio il burqa), e una serie di altre regole imbarazzanti. Insomma, ora paghiamo pure con risorse pubbliche per farci islamizzare", è stato il duro commento del leader di Fratelli d'Italia.

Ciascuna proposta progettuale inclusa all'interno del Piano di promozione Puglia "Muslim friendly" sarà acquisita dal TPP per un corrispettivo minimo pari a 3mila euro (incluso Iva) fino a un massimo di 10mila euro (incluso Iva). La notizia ha provocato la reazione anche di Matteo Salvini: il leader della Lega ha fornito una spiegazione ironica prendendo in considerazione la raffica di sbarchi che continua a interessare l'Italia. "Effettivamente una priorità... Vista la moltiplicazione di sbarchi di barchini, barconi e persino velieri sulle coste più belle del Salento direi che sono sulla buona strada... Povera Puglia, questa sinistra è una disgrazia: il 20 e 21 settembre li mandiamo a casa, ci state?", ha scritto l'ex ministro dell'Interno. In serata, dopo le polemiche, il Teatro Pubblico pugliese ha deciso di ritirare il bando Puglia Muslim Friendly spiegando che il bando "è necessario sottoporlo a valutazione della Giunta regionale".


I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Ilsabbatico

Lun, 24/08/2020 - 19:57

...no comment...non ci sono parole.

necken

Lun, 24/08/2020 - 20:00

ma hanno fatto una analisi economico/plitica dei pro e contro o solo frutto di idea che frulla in testa ai politici nella speranza di guadagnare simpatie vs una religione che continua a fare proseliti in Italia?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/08/2020 - 12:20

Come risulta dal titolo dell’articolo la Regione Puglia, di Emiliano (Pd), ha pubblicato un bando per finanziare le strutture turistiche "che tolgono i simboli cristiani" e diventano Muslim friendly: "Così ci facciamo islamizzare". Da cittadino italiano mi auguro i simboli cristiani siano mantenuti e credo che il Direttore Sallusti sia d’accordo.

rudyger

Mar, 25/08/2020 - 12:52

se così fosse, mi vergogno di avere origini pugliesi ! anzi mi vergogno di essere italiano !

ohibò44

Mar, 25/08/2020 - 13:15

Qualcuno sa dirmi i turisti di quale altra religione hanno gli stessi pregiudizi e provano repulsione per i simboli cristiani tanto da ritenere sgradevole andare in vacanza in un Paese in cui sono visibili?

Quasipreciso

Mar, 25/08/2020 - 14:59

Questa familiarita' con l'islamicita' e' una gravissima condizione in espansione della nuova societa' italiana...Ignorare la cristianita' per favorire gli islamici in Italia va detto subito e'...intollerabile .

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/08/2020 - 15:46

A quanto pare il Presidente della Regione Puglia vuole nascondere il cristianesimo per aprire la porta (economica) alla religione islamica. Si ignora, forse non volutamente, che quella predicata da Allah è una religione di guerra e che i mussulmani hanno una morale in netto contrasto con il Cristianesimo, sottoponendo le donne agli uomini, che possono anche ucciderle liberamente. Spero che il Presidente della Puglia ci ragioni sopra e non faccia più confusioni.

Brutio63

Mar, 25/08/2020 - 16:58

Basta con questa scemenza del politicamente corretto che arriva a queste punte di demenzialità! Prima abbiamo coperto le statue, poi le nostre politiche hanno messo il velo, adesso il presidente della Puglia, quello delle cozze pelose, si preoccupa di menu halal etc. Ma perché quando invece si va nei paesi arabi si deve nascondere il crocefisso al collo e nessuna delle anime belle italiche parla? Buffoni e cialtroni!