Angela all'inferno: sorpassata pure a sinistra

Sondaggi disastrosi per la Merkel rimontata in pochi mesi da Schulz. Ultradestra giù

Berlino - Prima la batosta sul piano personale, poi su quello politico. Non sono giorni facili per Angela Merkel. Impegnata in una lunga campagna elettorale per strappare a fine settembre un quarto mandato da cancelliera, la leader tedesca ha trovato pane per i suoi denti nel suo avversario Martin Schulz. Da quando è sceso in campo quale campione dei socialdemocratici sostituendosi all'ultimo minuto al poco carismatico Sigmar Gabriel l'ex presidente del Parlamento europeo è volato nei sondaggi subissando la cancelliera al potere dal 2005. In pochi giorni Schulz ha raggiunto e superato Merkel: solo venerdì scorso la staccava di ben undici punti (49 a 38). La Germania però è una repubblica parlamentare: gli elettori votano un partito e non un candidato cancelliere; sta poi ai gruppi parlamentari tirare le somme della politica. Fino a ieri il blocco conservatore Cdu-Csu guidato da Merkel ha retto agli urti dell'Spd, che solo a gennaio partiva distaccata di quasi 15 punti. Da ieri, invece, anche questo argine è venuto meno e se si votasse in queste ore il 33% dei tedeschi sceglierebbe l'Spd di Schulz contro il 32 che preferirebbe il centrodestra della cancelliera. È vero che al voto mancano ancora sette mesi ma la rilevazione che TNS Emnid ha condotto per Bild am Sonntag è sorprendente per un motivo molto semplice: negli ultimi dieci anni i socialdemocratici non hanno mai superato l'accoppiata Cdu-Csu in un sondaggio o tanto meno in un'elezione federale. L'ascesa di Merkel sul tetto della Germania e dell'Europa è coincisa con un progressivo dimagrimento dell'Spd, un partito sceso dal 38,5% del 2002 (l'ultima volta che ha vinto le elezioni), al 34,2% del 2005, fino al più modesto 25,7% del 2013.

Il trend pare essersi invertito: consapevole di essere incalzata da destra dai populisti Alternative für Deutschland (AfD), Merkel guardava fiduciosa a settembre proprio per aver ridotto i socialdemocratici ai minimi termini. L'ultimo sondaggio cambia le carte in tavola: AfD cala a sorpresa al 9% (la peggiore proiezione da un anno a questa parte) mentre a destra risorgono i Liberali, dati al 6%. Le novità sono però tutte a sinistra: i socialcomunisti della Linke restano stabili all'8% così come fanno i Verdi al 7%. Numeri che, se si votasse domani e non a fine settembre, renderebbero possibile una coalizione rosso-rosso-verde, con i socialdemocratici alla cancelleria e la Cdu di Merkel relegata all'opposizione. A rendere più verosimile lo scenario è la recente perdita da parte della Linke del suo tradizionale ruolo di partito-antisistema. Scalzati da AfD proprio nei Länder dove erano più forti, i social-comunisti studiano ora da partito di governo, amministrando per esempio la piccola Turingia insieme a Verdi e Spd. I recenti ripetuti contatti fra dirigenti socialdemocratici e della Linke sembrano indicare la disponibilità di quest'ultima ad abbandonare, per esempio, la retorica anti-Nato, da sostituire più pragmaticamente con un paio di ministeri a Berlino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

chebruttaroba

Lun, 20/02/2017 - 10:12

L'unico paese che si sposta a sinistra. Che siano stupidi?

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Lun, 20/02/2017 - 10:33

nessun lettore critica? Forse no dal momento che l'Italia è tutta sinistra però rossa..

nerinaneri

Lun, 20/02/2017 - 11:48

...komunismo ci cova...

georgi

Lun, 20/02/2017 - 12:19

Godo! via la merkel... sta per pagare di grosso il fatto che ha invitato tutta l'africa e il medio oriente venire in europa !!! per di piu lei lo sa che questa cosa la sta portando alla rovina !! e comunque se putin è uno zar! certamente 12 anni al poter della merkel la fanno diventare una zarina!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 20/02/2017 - 12:30

Dai discendenti di Hitler non si può mai capire fino a che punto vogliano arrivare. Noi già abbiamo avuto occasione di fare brutte esperienze al riguardo. Quanto a Schulz non mi sembra che sia ben disposto verso il nostro traballante paese.

ORCHIDEABLU

Lun, 20/02/2017 - 12:44

MERKEL,EPPURE SEI STATA UNA SICUREZZA PER L'EUROPA.NON SEI INFALLIBILE,UMANA COME TUTTI QUINDI ANCHE SBAGLIANDO,MA UN PICCOLO GRAZIE FORSE LO DOBBIAMO A TE,PER AVER SAPUTO MANTENERE UN EQUILIBRIO PERSONALE E POLITICO IN TUTTI QUESTI ANNI DI VERO E GRANDE CAOS.