Angela ci mette la faccia ma non cede sui profughi

La Cancelliera riconosce la propria responsabilità nella sconfitta però insiste: giuste le decisioni assunte

Il suo partito ha perso in Mecklemburgo-Pomerania e Angela Merkel ci ha messo la faccia. Famosa anche per il suo stile di governo silenzioso, per la capacità di sopire i problemi unita a quella di scaricare le difficoltà sugli alleati, per la seconda volta in poche settimane la cancelliera si è fatta carico in prima persona di un problema. Sempre lo stesso: i rifugiati. A fine luglio la leader tedesca aveva ammesso in conferenza stampa che gli attentati compiuti pochi giorni prima in Germania da alcuni richiedenti-asilo andavano considerati «schiaffi in faccia a chi ha accolto i profughi», ovvero a lei stessa che, contro l'avviso dei compagni di partito prima e degli alleati di governo poi, un anno fa aveva aperto le porte del Paese ai rifugiati siriani. Lunedì, parlando a margine del vertice del G20 a Hangzhou in Cina, la cancelliera ha ammesso che la sconfitta subita nel «suo» Mecklemburgo il Land con il collegio che la elegge al Bundestag «è in qualche modo legata alla politica dei rifugiati, per cui io sono responsabile».

Al Parlamento di Schwerin, con il 19% dei voti la Cdu di Merkel avrà meno seggi dei populisti di Alternative für Deutschland (20,8%); il sorpasso da destra non è andato giù a un partito che tradizionalmente ha sempre monopolizzato lo schieramento conservatore. Monopolizzato o controllato con l'alleanza strettissima siglata con i cristiano-sociali bavaresi (Csu) che, finora, siedono nello stesso gruppo parlamentare con la Cdu al Bundestag. Non è un caso che proprio da Monaco siano arrivate le più aspre critiche alla cancelleria per la brutta performance del suo partito a Schwerin. Ai cristiano-democratici il brusco risveglio elettorale deve far capire che «è suonata la sveglia», ha dichiarato il ministro bavarese delle Finanze, Markus Söder. «Non è più possibile ignorare il pensiero degli elettori su questo tema e Berlino deve cambiare rotta». Da mesi la Baviera, il Land più investito dagli arrivi attraverso il confine con l'Austria, è in rotta di collisione con il governo federale: Monaco vorrebbe fermare gli arrivi una volta per tutte ma Merkel da quell'orecchio non ci sente. E se dalla Cina ha spiegato di essere «molto insoddisfatta» per il risultato delle urne, ha anche ribadito che «le decisioni assunte negli ultimi mesi sono state giuste».

Dalla sua parte la cancelliera ha il partito che presiede e comanda. «Angela Merkel ha guidato con successo il Paese attraverso molte crisi e i membri della Cdu sono fiduciosi che così sarà anche in futuro. Tutti dobbiamo scommettere su di lei», ha dichiarato da Berlino il segretario generale del partito, Peter Tauber. La Cdu ha solo invitato il governo ad accelerare le misure per l'espulsione dei rifugiati senza i requisiti per restare in Germania, macchiatisi di reati o poco impegnati nell'integrazione. «Dal 2015 il governo ha già fatto molto per cambiare la sua politica in materia - è stata la difesa di Tauber - solo che molti potenziali elettori non ne sono al corrente; queste misure hanno bisogni di tempo per avere efficacia».

L'esponente Cdu ha escluso che lo scivolone in «MeckPomm» possa bloccare il cammino di Merkel verso un quarto mandato da cancelliera. Parlarne mentre la leader è impegnata al G20 rischierebbe di indebolirla sulla scena internazionale. E poi fra due settimane si vota per il rinnovo di un altro Land, piccolo ma ancor più significativo: Berlino, dove peraltro la Cdu non è particolarmente forte. Per il partito di Merkel adesso è il momento di far quadrato: la resa dei conti è solo rimandata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Mar, 06/09/2016 - 08:17

il piano Kalergi non ammette ripensamenti

alessandrogiordano

Mar, 06/09/2016 - 08:34

Certo che i tedeschi sono veramente testardi, stupidi e superbi: anche quando palesemente sbagliano non vogliono mai ammettere i propri errori. Che schifo di popolo!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 06/09/2016 - 08:41

Lo fa per giustificare la sua qualunquistica gestione, pur sapendo che non verrà rieletta.

handy13

Mar, 06/09/2016 - 08:46

...i soliti discorsi,..se il popolo NON vota x te,...NON capisce,...mentre il politico dovrebbe ascoltarlo, se NON vogliono extracomunitari, ci sarà un motivo. i governanti NON devono fare di testa loro, o peggio contro il popolo, anzi assecondarlo nelle richieste.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 06/09/2016 - 08:51

Lei ci mette la faccia ? ? Le donne tedesche ci stanno mettendo e rimettendo altro. Sono volgare? No, è la realtà che FA SCHIFO.

idleproc

Mar, 06/09/2016 - 09:09

Per il momento, l'anima prevalente della "destra", è risorgimentale, indipendentista e anticoloniale in quanto tutta l'europa è un soggetto passivo del colonialismo globalista oligopolista che ha diretto a suo favore la gestione della crisi economico-finanziaria e l'immigrazione di massa con teleguida. Se poi vogliono continuare...

chebarba

Mar, 06/09/2016 - 09:59

ma io mi chiedo nella visione della merkel più burocrate che scenziata nonostante la laurea in fisica,come possono questi migranti al 90% maschi e non integrati, senza lavoro e senza prospettive, trovare il proprio posto nella società, farsi una famiglia e quindi partecipare anche economicamente alla vita pubblica...

chebarba

Mar, 06/09/2016 - 10:00

è solo cocciuta

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 06/09/2016 - 11:10

----------grande statista la cancelliera---ha capito il punto---accelerare al massimo le pratiche immigrati---se si hanno i requisiti si rimane---se non si hanno---espulsione rapida---le stesse misure dovrebbe adottarle l'italia----tutto il resto è un'accozzaglia di fascisti-populisti--razzisti--ignoranza al cubo--webetismo e soggetti che si bevono tutte le balle del web---come dice mentana le "Bufala Bill del web"-tra le quali spicca questo fantomatico piano kalergi che fa il paio con le scie chimiche et similia--hasta siempre

Giulio42

Mar, 06/09/2016 - 11:15

Non solo le donne tedesche, grazie alla guida della Merkel ed all'incapacità dell'UE di capire in quale baratro ci stava portando, stiamo distruggendo le nostre vite e quelle dei nostri figli.