Cronaca internazionale

Assalto al centro commerciale: 4 morti

Folle spara e si barrica con gli ostaggi: la polizia lo uccide. Due feriti

Assalto al centro commerciale: 4 morti

Ascolta ora: "Assalto al centro commerciale: 4 morti"

Assalto al centro commerciale: 4 morti

00:00 / 00:00
100 %

Ennesimo fine settimana di sangue a causa della diffusione selvaggia di pistole e fucili negli Usa. Questa volta teatro della follia omicida e' un grande magazzino di Jacksonville, in Florida, dove un uomo ha sparato a morte ad almeno tre persone, e alcune ore dopo e' stato ucciso in uno scontro con la polizia. Secondo i media Usa la sparatoria e' avvenuta in un discount della catena Dollar General: dalle prime ricostruzioni sembra che un uomo bianco armato abbia aperto il fuoco contro le auto che passavano davanti al negozio, e poi si e' barricato all'interno. Non è ancora chiaro se le vittime siano state uccise all'interno del negozio su Kings Road o in un luogo diverso.

«Tutto cio' e' inaccettabile. Anche una singola sparatoria è troppo, ma queste sparatorie di massa sono davvero difficili da sopportare», ha commentato la sindaca della città Donna Deegan, confermando «numerose vittime». Mentre il membro del consiglio comunale della citta' nel nord-est della Florida, Ju'Coby Pittman, ha descritto l'incidente come una tragedia, e ha confermato che il sospettato è stato ucciso. «Le persone in questa comunità stanno soffrendo e hanno tutto il diritto di farlo - ha sottolineato - Tutto questo non ha senso. Sono molto, molto arrabbiato».

Sembra che la sparatoria sia stata un attacco casuale e la polizia non ha ad ora avanzato pubblicamente nessuna ipotesi sul motivo del gesto, né ha identificato l'assassino. L'incidente ha avuto luogo a circa tre km dalla Edward Waters University, un'istituzione storicamente a maggioranza afroamericana. Per sicurezza ai ragazzi e' stato chiesto di rimanere nei loro dormitori - ha fatto sapere la scuola in una nota - ma non si ritiene che siano coinvolti studenti o docenti. Quello di Jacksonville e' solo l'ultimo atto di violenza causato dalle armi da fuoco di questo fine settimana: all'inizio della giornata di ieri almeno sette persone sono state ricoverate in ospedale dopo una sparatoria di massa avvenuta durante un festival caraibico vicino a Boston, mentre venerdì sera due donne sono state uccise durante una partita di baseball a Chicago. Un sedicenne invece è stato freddato a colpi di arma da fuoco e altri quattro sono rimasti feriti dopo una discussione scoppiata durante una partita di football del liceo in Oklahoma.

Commenti