Aumentano i crimini negli Usa: sotto accusa i procuratori finanziati da Soros

In tutti gli Stati Uniti aumentano i crimini violenti e gli omicidi: sotto accusa i procuratori distrettuali eletti grazie alle ingenti donazioni del magnate liberal George Soros e del Ceo di Facebook Mark Zuckerberg

Aumentano i crimini negli Usa: sotto accusa i procuratori finanziati da Soros

George Soros e Mark Zuckerberg stanno c'entrando l'ambizioso obiettivo di cambiare radicalmente il sistema giudiziario americano in senso ultra-progressista, dopo aver eletto procuratori distrettuali particolarmente indulgenti e di orientamento liberal. Come spiega the American Conservative, è noto l'impegno del finanziere e fondatore dell'Open Society Foundations - rimarcato anche nel saggio In Defense of Open Society - nel sostenere e finanziare le elezioni dei procuratori distrettuali di estrema sinistra. Tant'è vero che dicembre 2019 l'ex Procuratore general William Barr accusava il fondatore dell'Open Society Foundations di aver iniziato "a eleggere persone che non supportano molto le forze dell'ordine" spiegando che i procuratori distrettuali da lui sostenuti "hanno iiniziato a vincere in diverse città e, a mio avviso, non hanno dato il giusto sostegno alla polizia. Potremmo trovarci nella posizione in cui le comunità che non supportano la polizia potrebbero non ottenere la protezione di cui hanno bisogno".

Soros e Zuckerberg cambiano il sistema giudiziario americano grazie alle donazioni

Nel novembre 2014, la Open Society Foundation di Soros ha donato 50 milioni di dollari alla Campagna dell'Aclu - l'Unione Americana per le Libertà Civili - per porre fine alle "incarcerazioni di massa". L'Aclu confermò in un comunicato stampa la donazione ricevuta dall'organizzazione filantropica fondata dal magnate di origini ungheresi, ribadendo il proprio impegno "a dimezzare i tassi di incarcerazione negli Stati Uniti entro il 2020" in quello che sarebbe diventato "lo sforzo più ambizioso per porre fine all'incarcerazione di massa nella storia americana". Poco dopo aver effettuato questa donazione, Soros ha iniziato a finanziare con ingenti somme i procuratori distrettuali di orientamento progressista. Ha speso più di 18 milioni di dollari dal 2015 in poi, con risultati un successo dietro l'altro (solo sette sconfitte su 29 elezioni).

Nell'ultimo anno, inoltre, dopo l'uccisione di George Floyd, anche i gruppi che aiutano i sospettati di crimini a pagare le cauzioni sono cresciuti a dismisura. La vicepresidentre Kamala Harris ha promosso uno di questi gruppi, il Minnesota Freedom Fund, che nel solo 2020 ha ricevuto circa 35 milioni di dollari. Proprio come Soros anche Mark Zuckerberg ha investito milioni di dollari per cambiare il sistema giudiziario americano. Come sottolinea the American Conservative, infatti, il Ceo di Facebook e sua moglie Priscilla Chan hanno iniziato a finanziare i fondi per il pagamento delle cauzioni e a supportare i gruppi di riforma dei pubblici ministeri. Nel biennio 2019-2020, la Chan Zuckerberg Initiative (Czi) ha donato 1 milione di dollari al progetto Fair and Just Prosecution del Tides Center, organizzazione no-profit che mira a promuovere un "sistema giudiziario fondato su equità, compassione e responsabilità".

Aumentano i crimini violenti in tutti gli Usa: sotto accusa i procuratori eletti grazie a Soros

Rimodellare il sistema giudiziario americano eleggendo procuratori distrettuali particolarmente "morbidi" e indulgenti sta, di fatto, rendendo gli Stati Uniti un Paese meno sicuro di prima, come aveva previsto l'ex Procuratore generale William Barr. Come confermano diversi dati raccolti negli ultimi mesi, il 2020 è stato un anno record per i crimini violenti e l'emergenza sociale generata dalla pandemia non può essere l'unica risposta. I dati preliminari dell'Fbi mostrano che i tassi di omicidio sono aumentati ovunque in America nel 2020 e circa del 24,7%, se misurato a livello nazionale. L'esperto di giustizia penale John Roman ha affermato che l'aumento del 2020 "è il più grande aumento della violenza che abbiamo visto dal 1960, quando abbiamo iniziato a raccogliere statistiche formali sulla criminalità". A Filadelfia, gli omicidi sono aumentati del 29% dall'aprile 2020, rendendo il 2020 l'anno più violento della città in oltre tre decenni. Larry Krasner, il procuratore distrettuale di Filadelfia che ha ricevuto quasi 1,7 milioni da Soros nel 2017, scarica però tutta la colpa sui lockdown e sull'emergenza pandemica. Eppure anche Politico ha sottolineato come l'aumento esponenziale dei crimini e degli omicidi stia mettendo in discussione la dedizione e la capacità di procuratori distrettuali troppo lascivi e accondiscendenti, eletti proprio grazie ingenti donazioni del magnate.

Commenti