Bagarre in Senato, la Lega a Conte: "Presidente, lei è falso come il Parmesan"

Casellati ha interrotto per qualche minuto la seduta in Senato dopo la protesta dei leghisti che, al termine dell'intervento di Simone Bossi, hanno esposto cartelli contro il premier e preso pezzi di formaggio "fasullo"

Bagarre in Senato, la Lega a Conte: "Presidente, lei è falso come il Parmesan"

"E mi permetta di chiudere dicendo che la sua goffa reazione di fronte a chi le consegnava il nostro prodotto non mi ha stupito, anzi me lo aspettavo. Perché lei è come quel prodotto che dall'altra parte del mondo ci penalizza: lei, è falso con gli italiani, presidente Conte. Lei è falso come il parmesan, come questo parmesan". L'accusa è arrivata, poche ore fa, dai banchi della Lega in Senato ed è stata rivolta al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dell'esecutivo targato Movimento 5 Stelle e Partito democratico. Così, per pochi minuti, la seduta è stata sospesa dal presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati. La polemica è partita durante i momenti di dibattito in seguito alle comunicazioni del capo dell'esecutivo giallo-rosso sul prossimo consiglio europeo.

La bagarre è partita dal senatore della Lega Simone Bossi, che a conclusione del suo discorso si è espresso proprio in questi termini. E mentre Bossi terminava la sua dichiarazione, i suoi colleghi di partito hanno alzato cartelli con la scritta "falso" e altri ancora hanno preso un pezzo del formaggio che all'estero viene venduto come parmigiano (il Parmesan, appunto). La seduta è stata fatta riprendere dalla presidente Casellati al termine della protesta inscenata dai senatori del Carroccio.

Commenti