Berlusconi a Salvini e Meloni: "Centrodestra senza di noi non è vincente, né di governo"

Il leader di Forza Italia, in occasione di un messaggio inviato in Valle d'Aosta per l'appuntamento regionale, ha rivolto un messaggio ai leader di Lega e Fratelli d'Italia: "Siamo i soli portatori ed eredi delle grandi tradizioni politiche liberale, cristiana, garantista"

Berlusconi a Salvini e Meloni: "Centrodestra senza di noi non è vincente, né di governo"

A qualche giorno dalle voci di un'ipotetica crisi dell'esecutivo giallo-rosso, a guida Giuseppe Conte, Silvio Berlusconi lancia un messaggio agli alleati di Lega e Fratelli d'Italia. E proprio a Matteo Salvini e a Giorgia Meloni parla di un centrodestra all'interno del quale Forza Italia ha un ruolo fondamentale: "Noi siamo i soli portatori ed eredi delle grandi tradizioni politiche liberale, cristiana, garantista, quelle su cui si fondano le società libere e avanzate dell'Ottocento".

"Senza FI non c'è centrodestra vincente"

Il presidente Berlusconi, poi, ha voluto aggiungere: "Senza di noi non può esistere un centrodestra vincente e ancora meno un centrodestra di governo". Il messaggio, destinato ai due leader di Lega e Fratelli d'Italia, è stato diffuso mentre sono in corso altre voci sulla crisi dell'esecutivo guidato da Conte, insieme a Movimento 5 Stelle e Partito democratico (i partiti che, attualmente, formano la maggioranza di governo).

Il messaggio per la Val d'Aosta

Il messaggio del leader di Forza Italia è arrivato in occasione di un saluto all'iniziativa degli azzurri in corso ad Aosta, in vista delle prossime elezioni regionali. In Questa circostanza, Berlusconi avrebbe rivendicato il ruolo indispensabile del suo partito nell'economia della coalizione di centrodestra. "Un centrodestra moderno, liberale, legato all'Europa è essenziale per una regione come la Val d'Aosta, a cavallo fra grandi nazioni europee, che vive di turismo e di commerci, quindi di impresa, di apertura e di interconnessione", ha continuato il leader di Forza Italia. Che poi ha aggiunto: "Noi saremo, io sarò personalmente al vostro fianco, al fianco di tutte le azzurre e gli azzurri della Valle d'Aosta, per lavorare insieme, per vincere, per cambiare, per far crescere la vostra terra".

La crisi Conte-Renzi

Anche se il messaggio è stato diffuso in Val d'Aosta, in occasione dell'appuntamento con le regionali, le parole di Berlusconi arrivano dopo l'ipotesi di crisi paventata negli ultimi giorni. Il terremoto nell'esecutivo si sarebbe concretizzato con alcuni strappi di Italia viva, il partito fondato dall'ex segretario dem, Matteo Renzi. Ma proprio in queste ore, nel momento in cui sono stati accertati i primi casi di coronavirus in Italia, arriva aria di pacificazione (almeno momentanea).

Renzi: "La politica ora si occupi del coronavirus"

"Rispetto alle questioni politiche ognuno rimane con la sua idea, ma la politica adesso, innanzitutto, si preoccupi di coronavirus e di tranquillizzare le italiane e gli italiani", ha affermato il leader di Italia viva, a margine dell'inaugurazione dell'anno giudiziario dei penalisti a Brescia. L'ex presidente del Consiglio ha poi aggiunto: "Penso che la politica abbia il dovere, in questo momento di preoccuparsi esclusivamente del coronavirus e mi sembra saggio dare, da parte delle forze politiche, il pieno sostegno nell'azione di contenimento alle istituzioni e alle regioni interessate. Quando ci sono vicende come queste, non c'è situazione politica che tenga, ci sono le istituzioni: governo, presidenti delle regioni e territori interessati".