Mondo

Bernie vola nei sondaggi e Buttigieg si ritira. La grande sfida dei Dem al «Super Tuesday»

Ora l'ex sindaco potrebbe girare i suoi consensi all'ex vicepresidente Biden

Bernie vola nei sondaggi e Buttigieg si ritira. La grande sfida dei Dem al «Super Tuesday»

New York Colpo di scena nelle primarie democratiche per la corsa alla Casa Bianca. Mentre gli elettori di 14 stati americani si recano alle urne per l'appuntamento cruciale del Super Tuesday, dove in palio sono oltre un terzo dei delegati, l'ex sindaco di South Bend Pete Buttigieg getta la spugna e annuncia il suo ritiro. Una decisione presa in seguito al flop in South Carolina (dove è arrivato quarto con l'8,2%), ma che ha colto tutti di sorpresa visti i suoi successi in Iowa e New Hampshire, dove è arrivato rispettivamente primo e secondo tra i candidati dem. Risultati che gli hanno regalato la terza posizione come numero di delegati (25), dietro solo a Bernie Sanders (56) e Joe Biden (48).

Nello stato della costa orientale, invece, i neri hanno premiato l'ex vice presidente, facendolo risorgere dalle ceneri di una campagna sino ad ora fallimentare. Il ritiro di Mayor Pete - seguito da quello della senatrice del Minnesota Amy Klobuchar - cambia le carte in tavola, in particolare nella lotta per la leadership dei moderati, la stessa cui ambiva l'ex sindaco dell'Indiana e che ora si contendono Biden e l'ex primo cittadino di New York Michael Bloomberg, che oggi fa ufficialmente il suo ingresso nella corsa per la nomination. Buttigieg, in ogni caso, rimane la vera sorpresa di questa campagna elettorale ed è probabilmente destinato a consolidarsi come astro nascente del partito democratico. Veterano decorato in Afghanistan come ufficiale dell'intelligence, gay dichiarato e sposato con un insegnante che lo accompagnava ai comizi, con i suoi 38 anni era il più giovane candidato presidenziale dell'Asinello, e qualcuno aveva iniziato a paragonarlo a Barack Obama. Tanto che lo stesso Biden si è affrettato a tessere le sue lodi definendolo competente, un «vero avversario», e senza escludere che potrebbe servire nella sua (eventuale) amministrazione.

Secondo la Cnn, d'altra parte, l'ex primo cittadino dell'Indiana starebbe considerando l'ipotesi di dare il suo endorsement proprio a Biden (come Klobuchar). Sull'argomento è intervenuto anche il presidente americano Donald Trump, affermando che a farne le spese sarà ancora una volta il senatore del Vermont, Sanders. «Pete Buttigieg è fuori, tutti i suoi voti del Super Tuesday andranno al sonnolento Biden. Grande tempismo - ha scritto su Twitter - Questo è il vero momento in cui i dem iniziano a mettere Bernie fuori gioco. Nessuna nomination, di nuovo». Nei 14 stati che oggi vanno al voto nel Super Tuesday sono in gioco 1.357 delegati, e da tenere d'occhio sono in particolare i piu' popolosi, California e Texas. Sanders - secondo le proiezioni di Cnn - è avanti in entrambi: nel primo conduce con il 35% delle preferenze seguito da Elizabeth Warren con il 14, Biden con il 13 e Bloomberg al 12, mentre in Texas è al 29 contro il 20 di Biden, il 18 di Bloomberg e il 15 di Warren. Se sarà in grado di affermarsi con margini significativi in entrambi, per i suoi concorrenti recuperare non sarà facile.

Commenti