Cronaca internazionale

Bimba italiana muore all'asilo nido in Belgio: gli inquirenti indagano per presunte percosse

L'educatrice ha riferito di una caduta, ma la ricostruzione non convince

Bimba italiana muore all'asilo nido in Belgio: gli inquirenti indagano per presunte percosse

Un tragico incidente o l'esito fatale di brutali percosse. Una bimba italiana di appena sei mesi è morta, nella notte di ieri, in Belgio, dopo aver lottato per più di tre giorni tra la vita e la morte in rianimazione in ospedale, dov'era giunta, secondo il personale medico, in condizioni già disperate.

Una «caduta», avrebbe spiegato l'educatrice dell'asilo nido della cittadina di Kessel-Lo, nei pressi di Lovanio, asilo nel quale l'avevano lasciata, come ogni giorno, i genitori. La gravità delle ferite è parsa subito evidente.

Quando sono intervenuti i soccorritori la bimba era già priva di conoscenza. In ospedale è stata poi accertata una frattura cranica con conseguente emorragia cerebrale e la piccola è stata subito posta in terapia intensiva.

Gli inquirenti hanno così aperto un'indagine. Al giudice istruttore l'educatrice del nido aveva ribadito la prima versione, parlando di una caduta accidentale. Ma secondo il medico legale le ferite riportate dalla piccola non sarebbero compatibili con quanto raccontato. L'inchiesta aperta ipotizza l'aggressione e le percosse.

«A. non si sveglierà più», è stato lo straziante annuncio dato nella notte dai genitori ai propri contatti sui social. «Sono stati i sei mesi più belli della nostra vita e la sua perdita ci lascia una voragine nel cuore - hanno scritto -. Il babbo e la mamma ti penseranno sempre. Addio piccola».

I genitori della bimba vivono da diversi anni in Belgio e sono entrambi ricercatori. La madre è di Carmiano, nel Salento. Mentre il padre è toscano, di Pisa. I funerali secondo quanto si apprende si dovrebbero tenere in Belgio.

«Questa storia ci lascia tutti sconvolti - ha dichiarato alle agenzie il sindaco di Carmiano, Giovanni Erroi -. Siamo davvero rammaricati e vorrei esprimere il mio cordoglio e le condoglianze a nome di tutta la cittadinanza alla famiglia per questo tragico incidente. Conosco tutti i parenti della madre, il fratello, i cugini. Carmiano ha 12mila abitanti. La madre è via ormai da qualche anno». L'educatrice - adesso sospesa - avrebbe raccontato che la bimba le è scivolata dalle braccia mentre era al fasciatoio. Era stato lo stesso papà della bimba a raccontare in un gruppo social con altri genitori del terribile incidente. «Lunedì è successa una tragedia a nostra figlia di 6 mesi all'asilo nido a causa di un incidente o negligenza», aveva detto, «la polizia sta indagando». Ieri il tragico epilogo.

Commenti