Blitz dei Nas negli armadietti alle materne

Al setaccio non solo le regole, anche le dotazioni di insegnanti e bambini

Milano Le chat delle mamme di alcune scuole materne di Milano sono in agitazione da qualche giorno. Da un genitore è partito un tam tam che presto è esploso: «A scuola in questi giorni stanno girando i Nas», il Nucleo antisofisticazione dell'Arma. Vabbè dai, ma che notizia è? Andranno a ispezionare i locali dove si mangia, le mense eccetera, è stato il pensiero dominante. E invece no. Perché, come trapela da qualche insegnante che ci è passata, le ispezioni dei Nas potrebbero riguardare non solo - come è lecito - le condizioni igienico-sanitarie degli istituti ma anche il rispetto delle regole da parte di insegnanti, personale di segreteria e personale ausiliario. E fin qui, direbbe il cronista, non c'è notizia o quasi. Perché, in effetti, è opportuno verificare il rispetto delle norme da parte degli insegnanti e degli operatori della scuola, erroneamente considerate da molti luogo di contagio. Peccato infatti, come sa chiunque abbia un bambino, che maestre, dirigenti e personale ausiliario ormai siano più che inflessibili sul rispetto del distanziamento sociale, sull'uso delle mascherine e del sapone. Loro stesse sembrano uscite dal set di Dexter o Csi - Scena del crimine, bardate da capo a piedi con mascherine, visiere, grembiuli eccetera.

Sarà compito dei Nas verificare che sia tutto in regola: procedure, dotazioni e armadietti delle insegnanti. Già. Il problema è che le ispezioni dei Nas potrebbero riguardare anche gli armadietti dei bambini. E che cioè ogni indumento dei bambini sia perfettamente riposto nei sacchetti: giubotti, scarpe, cambio. Non è un'ipotesi peregrina. Anzi, sarebbe stata anticipata da alcuni dirigenti scolastici alle insegnanti come monito.

E qui, apriti cielo. Già la scuola è diventata una specie di caserma dove è difficile capire cosa si può fare, visto che è vietato praticamente tutto. Ora, ma ve li immaginate i Nas che interrogano un bambino di 5 anni in stile sergente Hartman che ispeziona le camerate dei marines in Full Metal Jacket? Se per verificare che questo virus bastardo non si annidi negli armadietti ci mettiamo a sbirciare tra i lenzuolini della ninna e le calze antiscivolo forse la misura è più che colma. Lasciamo in pace i bimbi. Perché se le mamme si arrabbiano, per fermarle non basterà un esercito di marines.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Dom, 22/11/2020 - 10:08

Dai, erano disoccupati. I ristoranti e bar sono chiusi, i centri di Accoglienza Immigranti li hanno già fatti (??), non rimangono che gli asili. Potevano cominciare dai bimbi più grandi, più facile trovare erba dentro gli armadietti.

ziobeppe1951

Dom, 22/11/2020 - 12:57

È arrivata la STASI anche in itaglia?