Bolzano, mozione per cancellare i nomi italiani: "Sono fascisti"

Le recriminazioni linguistiche in Alto Adige tornano a far discutere. C'è chi chiede di cancellare i nomi italiani perché "fascisti". La proposta ovviamente scatena nuove polemiche e divisioni nella Regione autonoma. Ma di cosa si tratta? Come scrive Il Tempo dopo l’appello dell’Accademia della Crusca, firmato da quarantotto docenti universitari "per salvare i nomi italiani della toponomastica bilingue", in una seduta infuocata il consiglio provinciale di Bolzano ha preso di mira la Crusca stessa.

Tutto è nato da una mozione sui nomi di luogo in lingua italiana presentata e approvata dal partito "Südtiroler Freiheit" e appoggiata da Svp. In base a questa mozione la richiesta della Crusca viene considerata "politica", quindi non culturale: "Il Consiglio provinciale - si legge nel testo - disapprova qualsiasi iniziativa che strumentalizzi la scienza, e specialmente la linguistica, a fini politici e respinge con determinazione l’appello dell’Accademia della Crusca". Il Consiglio poi ha precisato che disapprova "i tentativi di reinterpretare la politica della macro e microtoponomastica fascista come patrimonio culturale".

Ma questo cosa significa? Che le denominazioni inserite durante il Ventennio possono essere cancellate? Altro che patrimonio culturale: i nomi di fiumi, montagne, laghi e paesi, più o meno grandi, si possono benissimo cambiare. Alessandro Urzì, consigliere regionale e provinciale di Bolzano de "L'Alto Adige nel cuore", da tempo denuncia il tentativo di pulizia linguistica in atto contro il bilinguismo inserito e tutelato nello Statuto autonomo: "L’accelerazione e la sfida lanciata al governo da parte del presidente della Provincia Arno Kompatscher e dei secessionisti è un segnale che potrebbe forse rendere chiaro l’obiettivo della Svp che non si accontenta di soluzioni equilibrate ma che chiede di passare la spugna sulla intera identità e sul diritto all’uso della lingua italiana in Alto Adige".

E oltre ai nomi a rischio ci sarebbero anche le statue: "In Consiglio provinciale è stato presentato un ordine del giorno che sarà discusso a brevissimo con cui si chiede che le statue del Leone di San Marco e della Lupa capitolina posti sulle due colonne e ora rimosse per essere ristrutturate non siano più ricollocate al loro posto perché "fasciste".

La guerra per cancellare ogni traccia d''Italia dall'Alto Adige va avanti senza soste. Anche a costo di cancellare cento anni di storia. E il tentativo di accordo - denunciato da il Tempo - tra il governo e la Südtiroler Volkspartei per cancellare i nomi italiani di montagne e città, con cui il governo voleva assicursi il "sì" al referendum costituzionale, dimostra che ormai non si guarda più in faccia a niente.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 11/11/2016 - 16:18

Il popolo ha sempre ragione.

mainardi2000@gm...

Ven, 11/11/2016 - 16:30

mainardigiacomo Cosa aspettiamo a togliere le Regioni e le Province a statuto speciale? Non ritengo che ci siano ancora elementi validi per conservarle. Sono uno spreco di denaro pubblico e poi, se uno non si sente italiano SE NE VADA A FARE IN....lascio alla fantasia.

Keplero17

Ven, 11/11/2016 - 16:43

Io a parte i comuni a maggioranza italiana prenderei seriamente in considerazione l'idea di restituire l'Alto Adige agli austriaci. Non è mai stato un obiettivo italiano, che puntava a Trento e Trieste, e fu annessa all'Italia per motivi strategici, ma adesso che l'aviazione è in grado di colpire anche ad alta quota non ha più senso avere delle vette. Il fenomeno della annessione di territori con lingua straniera doveva essere risolto subito. Il bilinguismo non ha senso e inoltre per rimanere attaccati all'Italia godono di privilegi fiscali.

maurizio50

Ven, 11/11/2016 - 16:44

Mi piacerebbe conoscere l'opinione del noto tuttologo Pontalti che da quelle parti è di casa e che dichiara di essere stato fascista!!!!!!!!!!!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 11/11/2016 - 16:52

Non diciamo kaz**ten: l'arco alpino fu colonizzato e urbanizzato dai romani, prima di loro tali regioni erano popolate da sparuti gruppi di "Ötzi", con un livello di civiltà enormemente inferiore a quello di ogni altra etnìa pre-romana. L'attuale popolazione germanofona è erede di invasori barbarici provenienti dall'est Europa, mica dal Walhalla o dalle selve scandinave. Gli austriaci si impossessarono dei territori, come del del lombardo-veneto, con compromessi politici attuati sulla pelle degli abitanti, trattando la regione come una specie di colonia. La prima lingua parlata e scritta, le prime denomizazioni geografiche furono prodotto della lingua proto-italiana: il latino, mentre a quel tempo le parlate "teutoniche" non possedevano una forma scritta. Che i "tognini" vadano a rompere le skatolen a Vienna e bonifichino l'Alto_Adige dalla loro presenza.

Ritratto di kardec

kardec

Ven, 11/11/2016 - 16:53

Perchè non togliere i tedeschi da Bolzano ? Io comincerei a togliere tutti i nomi tedeschi visto che Bolzano è in italia, ma.......potrebbero sempre tranquillamente traferirsi a Insbruk. E restarci.

Ritratto di marmolada

marmolada

Ven, 11/11/2016 - 16:54

Tagliamo i fondi ai fascisti tedeschi !! Che si mantengano solo con i loro soldi!!

steacanessa

Ven, 11/11/2016 - 17:03

Peccato che i richiedenti siano nazisti e comunisti.

VittorioMar

Ven, 11/11/2016 - 17:14

...discussioni inutili ..basta mandarli.... al Paese che vogliono!!..e risparmiamo qualcosa!!!

unosolo

Ven, 11/11/2016 - 17:45

quanto ci costano queste regioni a statuto speciale ? basta è ora di togliere tutti i privilegi ,.

cir

Ven, 11/11/2016 - 17:52

i Tirolesi hanno tutti i diritti di non sentirsi italiani. Li abbiamo aggrediti con una guerra che nessuno voleva , tanto meno gli italiani . Solo un bastardo Sonnino fece fuoco e fiamme per aggredire l' impero Austroungarico anche da sud obbedento ai suoi porci simili e alla massoneria inglese . Il resto e' solo aria fritta. Saluti sinceri ai Tirolesi dal Piemonte

MOSTARDELLIS

Ven, 11/11/2016 - 17:53

Eppure la soluzione sarebbe cosi semplice. Che questa provincia se ne vada in Austria o in Germania. Non ci interessa tenerla in Italia, ci costa un sacco di soldi.

Valvo Vittorio

Ven, 11/11/2016 - 17:53

Il passato fa parte della storia di ogni nazione sia nel bene sia nel male! La toponomastica di una città in genere è data a personaggi che si sono distinti per ciò che hanno fatto alla nazione o alla città e costoro possono essere anche stranieri. Cambiare il nome si può, ma la storia rimane invariata! Pertanto il contenzioso è stucchevole.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 11/11/2016 - 17:56

Ho il sospetto che sotto sotto vi siano seguaci di adolfino

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 11/11/2016 - 18:01

Da quelle parti, da un lato hanno ragione: di questi tempi, è meglio appartenere a quell’Austria che chiude le frontiere per non essere invasa dai barbari del sud e dell’est. Ma dall’altro hanno torto perché manifestare sentimenti così platealmente negativi contro gl’italiani potrebbe predisporre male il governo centrale a Roma. In questo caso se a Roma ci fosse un governo serio, esso darebbe l’ordine alle proprie Forze Armate o semplici Forze dell’Ordine di reprimere duramente - se necessario anche nel sangue - tutte le istanze e le rivendicazioni di ulteriore autonomia o addirittura di indipendenza che certi gruppuscoli di nazionalisti austriaci fomentano col chiaro intento di far ritornare, un giorno, quelle zone sotto l’influenza e il dominio di Vienna.

vinvince

Ven, 11/11/2016 - 18:03

Tutti, in un modo o in un altro, cercano di scappare da questa Italia ... " comunista "

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 11/11/2016 - 18:12

Cancellateli dall'Italia; questi non hanno il senso della nostra PATRIA. Sono degl'immigrati forzati che ci costano più degli extra comunitari. Lasceli vivere come vogliono senza il nostro aiuto economico!!!

Albius50

Ven, 11/11/2016 - 18:15

Mio zio che faceva il finanziere nel 1943 in ALTO Adige è stato arrestato dai LOCALI - di lingua TEDESCA e trasferito in campo di concentramento in Germania è TORNATO NEL 1945 ED è MORTO ormai colpito dalla TUBERCOLOSI in ospedale a Riva Del Garda e questi parlano dei FASCISTI.

Trinky

Ven, 11/11/2016 - 18:16

A Bolzano comandano la SVP e il PD..........complimenti, che qualcuno ci provi a darci dei razzisti!

Tuthankamon

Ven, 11/11/2016 - 18:29

Con la sinistra al potere è facile che glielo permettano!

QuebecAlfa

Ven, 11/11/2016 - 18:33

In Schweiz si usa la toponomastica con la lingua della comunità più numerosa e non si rileva alcun problema. In Kanton Graubünden c'è Poschiavo, Pontresina, St. Moritz, Chur... Perché in Südtirol non ci può essere Bolzano, Brixen, Innechen ? "Abolire" l'autonomia in Südtirol è impossibile. Il governo italiano non lo può fare poiché vi è un accordo internazionale, ratificato presso l'ONU. Dunque si sposti a sud il grenzübergangsstelle. E' l'unica soluzione.

balista

Ven, 11/11/2016 - 19:25

alla fine della 1 guerra mondiale la provincia di bolzano contava il 98% di tedeschi poi fu italianizzata nel 30 con l'immissione di italiani ( lo stesso stanno facendo con noi con l'invasione nera ) quindi almeno metà provincia dovrebbe essere restituita all'austria

krgferr

Ven, 11/11/2016 - 19:26

Sono assolutamente d'accordo con la difesa della cultura locale della quale la toponomastica è un aspetto, ma che i pro-nipotini di Hitler mi diano ora del fascista come se le colpe fossero anche di mio nonno, purgato al ricino negli anni venti da quelli che tosto sarebbero divenuti i "loro" alleati, un po' di fastidio me lo dà. Saluti. Piero

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 11/11/2016 - 19:29

DOPO 60 ANNI C'E' GENTE CHE SI CAGA ADDOSSO PER DELLE OMBRE FASCISTE....

Edmond Dantes

Ven, 11/11/2016 - 19:40

L'Italia va bene quando permette loro di tenersi tutte le tasse pagate, ma subito dopo ci sputano sopra. Non andate più in vacanza da quelle parti, fate anche voi come faccio io: resto nella provincia di Trento e se per fare qualche giro mi spingo in quella di Bolzano gli lascio volentieri solo i gas di scarico dell'auto ma non spendo un euro.

beale

Ven, 11/11/2016 - 19:48

non mi sembra un successo dell'Europa infatti i burocrati di Bruxelles stanno elaborando una normativa per tradurre tutta la toponomastica in unica lingua: inglese ....con sottotitoli in tedesco.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 11/11/2016 - 20:02

Mi chiedo, se tolgono anche tutti i nomi "NAZZISTI" allora!!!

balista

Ven, 11/11/2016 - 20:12

almeno mezza provicia di bolzano andrebbe restituita all'austria perchè le fu tolta nonostante abitata al 98% da tedeschi dopo guerra fu italianizzata come adesso fanno con noi con l'invasione nera

roberto.morici

Ven, 11/11/2016 - 20:59

@beale. Mi hai confuso un pò le idee. Mi sembrava d'aver sentito che la toponomastica di quei luoghi sarebbe stata rielaborata in lingua tedesca con sottotitoli inglesi. Per questioni...turistiche.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/11/2016 - 21:25

Strano il NON COMMENT del Prof di Trento, sarà ammalato????? Speriamo di no, anche perchè intendevo DI PROTAGONISMOOO!!. Stammi bene mi raccomando sennò come faccio a divertirmi a risponderti.lol lol

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Ven, 11/11/2016 - 21:36

Una piccola osservazione, nella foto che troneggia su questo articolo ci sono le Tre Cime di Lavaredo, in comune di Auronzo di Cadore in Provincia di Belluno, quindi nel Veneto. Quindi toglietele!

Trinky

Ven, 11/11/2016 - 21:50

QuebecAlfa........per il semplice motivo che allora la smettano di essere considerata egione Autonama e prendano e paghino gli stessi soldi delle altre regioni....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 11/11/2016 - 22:27

Sostenuti dal PD. E poi danno del razzista agli altri. Però la detassazione italiana piace, eh? Fare la regione autonoma e pagare meno tasse non vi fa schifo? Non è più fascista?

martinsvensk

Ven, 11/11/2016 - 23:43

A me personalmente importa anni luce meno di nulla dei nomi altoatesini dato che gli Altoatesini non vedranno mai i miei soldi né per fortuna li finanzio con le mie tasse. Però trovo scandaloso che abbiano queste pretese con tutti i soldi che, ingiustamente secondo me, ricevono. Ma leggo che ad alcuni italiani qui nel Forum e sicuramente a molti di più in Italia questo sta bene, forse a causa del complesso di inferiorità degli Italiani verso il mondo austro tedesco, quindi contenti voi.....

ecastellani

Ven, 11/11/2016 - 23:58

Quelle sono le Tre Cime di Lavaredo, BELLUNO.. Vediamo di non cadere nel doppio ridicolo..

Ritratto di StefanoParma

StefanoParma

Sab, 12/11/2016 - 00:08

Geograficamente e storicamente è territorio Italico da migliaia di anni. Chi non è d'accordo esilio all'estero e confisca dei beni. Naturalmente invochiamo anche la revoca di regione autonoma in quanto non sussistono più i presupposti

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 12/11/2016 - 08:34

Beh, dovrebbero allora togliere anche tutti i nomi tedeschi perchè il nazismo non è stato certo migliore. Possibile che nussuno guardi al futuro invece di "rincoglionirsi" nel passato.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Sab, 12/11/2016 - 08:36

Perchè fascisti ? sono semplicemente Austriaci stufi della Governance Italiana a cui ,la maggioranza,non si sente di appartenere.

Beaufou

Sab, 12/11/2016 - 08:51

I Sudtirolesi non hanno problemi di nessun genere, con tutti i soldi che la matrigna Italia elargisce loro. Così, i problemi se li inventano su quisquilie che non meriterebbero neanche una battuta. Discutono di toponomastica cinquant'anni dopo...Bene, spostiamo il confine a Salorno, e chiamino poi i luoghi come meglio credono.

steacanessa

Sab, 12/11/2016 - 09:46

Vadino! Vadino! Come direbbe Fantozzi, ma ci restituiscano TUTTO il maltolto.

rudyger

Sab, 12/11/2016 - 09:51

L'Alto Adige non è stato mai reclamato dall'Austria né lo rivogliono ora e non lo rivoleva neanche Baffino Hitler non volendo farlo rientrare nella sua politica di riunione di tutte le genti tedesche. E non rivogliono neanche gli altoatesini perchè sono gli italiani che portano loro i soldi. Queste rivendicazioni sono di quattro deficienti comunisti che hanno sempre appoggiato la Volkpartei. Vedi quando negli anni '80 si unirono a loro unitamente alla DC contro il MSI - unico allora partito italiano che difendeva l'italianità. Traditori sempre ! Io allora c'ero!

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 12/11/2016 - 09:52

BenFrank: concordo in pieno!

wrights

Sab, 12/11/2016 - 09:53

Di tutto l'articolo la cosa più ridicola è l'epiteto "fascista" che a quanto pare non si nega più a nessuno. Pur prendendo le dovute distanze da tutte le parti in causa, mi pare di ricordare che l'attentato di via Rasella che poi che ebbe come conseguenza l'eccidio delle Fosse Ardeatine, fosse stato fatto nei confronti dell'11ª Compagnia del III Battaglione del Polizeiregiment "Bozen", appartenente alla Ordnungspolizei (polizia d'ordine) e composto da reclute altoatesine, che nel 1944 occupavano Roma.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 12/11/2016 - 09:56

Ma quella e ITALIA O Birronia? Allora non mi importa della minaranza linguistica, I CARTELLI VANNO SCRITTI IN ITALIANO I NOMI DELLE STRADE DEVONO ESSERE DI ITALIANI! e che ca..zo!!!!!

rokko

Sab, 12/11/2016 - 23:34

Iniziamo ad eliminare gli statuti speciali da alcune regioni.